Come produrre un ammorbidente naturale con l’acido citrico

Puoi avere un bucato pulito e morbido con un ammorbidente naturale e non inquinante, fatto in casa. Accantona pure l’idea di usare il bicarbonato di sodio e l’aceto: l’unica soluzione è procurarsi dell’acido citrico.
Rubrica a cura di Gaia Cortese
29 Novembre 2019

Ti sta a cuore il pianeta, ma non vuoi rinunciare a capi puliti, morbidi e profumati? Affidarsi agli ammorbidenti venduti al supermercato non è l’idea più sostenibile che si possa avere, ma non è neppure l’unica soluzione possibile! Puoi infatti provare a produrre un ammorbidente naturale a casa tua.

Per iniziare voglio spiegarti perché è meglio lasciare stare sullo scaffale del supermercato i prodotti più commercializzati e venduti. Questi ammorbidenti contengono composti chimici con molecole organiche molto complesse che hanno difficoltà a biodegradarsi nell’ambiente. Ma non solo. Spesso gli ammorbidenti contengono sostanze allergizzanti che possono sensibilizzare la cute e possono provocare, se usati con frequenza, dermatiti da contatto e forti allergie. Anche per questo i bambini, e soprattutto i neonati, essendo particolarmente delicati, andrebbero tenuti il più lontano possibile da ogni tipo di profumazione non naturale.

Ora possiamo passare a tutte le strategie per avere un bucato morbido, e se vogliamo anche profumato, rispettando l'ambiente e la nostra salute. Giochi a tennis? Un rimedio facile per ridurre la rigidità dei tuoi capi può essere quella di inserire un paio di palline da tennis all’interno della tua lavatrice: le palline, infatti, durante il lavaggio riescono ad eliminare l’elettricità statica che porta i capi ad essere duri come il cartone. Se invece vuoi metterti alla prova con la produzione in casa di un ammorbidente, scegli l'acido citrico.

Acido citrico

Dall'impatto ambientale davvero ridotto, un ottimo ammorbidente si può ottenere con l'acido citrico. Basta diluirne 100 grammi con acqua demineralizzata fino a riempire un flacone da 1 litro (l'acqua deve essere demineralizzata perché così non contiene sali che rendono l'acqua del lavaggio in lavatrice calcarea). Lo spiega anche Fabrizio Zago, chimico e consulente italiano per la certificazione Ecolabel. Questo preparato può durare fino a un mese di tempo e l'acido citrico si trova facilmente nei negozi specializzati.

Ad ogni bucato aggiungi allo scomparto dell'ammorbidente una dose abbondante (100 ml) se sei solito usare un detersivo in polvere, una dose ben più ridotta (30 ml, circa una tazzina da caffè) se usi un detersivo liquido.

Questo articolo fa parte della rubrica
Con il segno zodiacale dei Gemelli, non potevo avere come unica passione quella della scrittura. Al piacere di spingere freneticamente tasti altro…