Come usare il forno a microonde senza rischi: 5 consigli pratici

Sai come usare correttamente il microonde? Ecco cinque consigli pratici per cucinare, scongelare e riscaldare il cibo con questo forno senza correre nessun rischio.
Dott.ssa Silvia Soligon Biologa nutrizionista
18 Aprile 2022 * ultima modifica il 18/04/2022

La cottura al microonde è conveniente da diversi punti di vista: fa risparmiare tempo ed energia ed è una tecnica più sostenibile rispetto ad altre metodiche. Puoi anche considerarla sicura per la tua salute (l'ho spiegato in un mio recente articolo sui rischi del cucinare al microonde: leggilo se vuoi approfondire l'argomento). Per azzerare i pericoli devi però utilizzarlo nel modo giusto. Ecco 5 consigli pratici per non sbagliare.

Cuoci in modo corretto

Quando cuoci un cibo nel microonde dovresti coprire il contenitore in cui si trova con un coperchio o con una pellicola, senza però sigillarlo: lascia sempre uno spazio per far uscire il vapore e non mettere la pellicola direttamente a contatto con il cibo.

Qualche altro accorgimento ti aiuterà a ottenere una cottura più uniforme:

  • taglia il cibo in piccoli pezzi;
  • distribuisci gli alimenti in modo uniforme nel contenitore utilizzato per la cottura;
  • metti i pezzi più grandi o più spessi nella parte più esterna del contenitore;
  • disossa, se puoi, la carne;
  • mescola più volte durante la cottura;
  • aspetta un paio di minuti prima di consumare la pietanza cotta.

Tieni presente che alimenti più voluminosi richiedono più tempo per essere cotti. Per evitare una cottura poco uniforme, cuocili a media potenza e porta un po' di pazienza: ci vorrà un po' più di tempo ma il risultato sarà migliore.

Ricorda che l'acqua può uscire dal microonde molto calda ancora prima di bollire e che le uova non devono mai essere messe nel microonde intere.

Copri sempre il cibo

Coprire il cibo con un coperchio o con una pellicola quando lo riscaldi ti permette di ottenere un risultato omogeneo. Se, però, il contenitore è chiuso con una pellicola, sollevala almeno ad un angolo, perché scaldandosi potrebbe restringersi e rompersi. E se quello che stai riscaldando è ricco di grassi o zuccheri, fai particolare attenzione a che non entri in contatto con la pellicola, perché potrebbero scioglierla.

Quando scongelare il cibo

Il packaging del cibo congelato o surgelato deve, di norma, essere rimosso prima di scongelarlo. Trasferisci il cibo in un contenitore adatto all'uso nel microonde e giralo o ruotalo, prendendotene cura come durante la cottura. Lo scongelamento deve essere omogeneo, pena una cottura non ottimale.

Utilizza contenitori adatti

Non tutti i contenitori e non tutti i materiali sono adatti all'uso nel microonde. La plastica e le pellicole che utilizzi devono essere appositamente pensate per poter essere messe in questo tipo di forno. Ricorda anche che il metallo non è amico del microonde: evita quindi l'uso di fogli e contenitori di alluminio, così come quello di ceramiche contenenti metallo.

Evita anche di riutilizzare i contenitori di cibi preconfezionati che richiedono solo di essere riscaldati o cotti nel microonde. Anche se il materiale di cui sono fatti è adatto all'uso in questo forno, potrebbero non essere riutilizzabili.

Prenditi cura del forno

Acquistare un forno di qualità ti aiuterà a ridurre i rischi associati al suo consumo, evitando prima di tutto la fuoriuscita di onde elettromagnetiche durante il suo utilizzo. Scegli, quindi, un buon microonde prodotto da un'azienda affidabile e installalo nella tua cucina seguendo attentamente le istruzioni riportate sul manuale.

Una volta che lo avrai messo in funzione, prenditene cura in modo adeguato. Anche in questo caso, il libretto d'istruzioni è un tuo alleato: usalo sia per capire come utilizzarlo, sia per sapere come pulirlo. E ricorda: non metterlo in funzione se lo sportello non si dovesse chiudere bene o se credi che ci sia qualcos'altro che non va.

Laureata in Scienze Biologiche con un dottorato in Scienze Genetiche e Biomolecolari, ha lavorato nel campo della ricerca fino al 2009 altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.