Cosa fare se un bambino ingoia una moneta?

Le monetine sono un oggetto pericoloso e possono essere facilmente ingoiabili dai bambini. Ecco come affrontare questo “pericolo” nel caso dovesse presentarsi.
Valentina Rorato 10 Settembre 2022
* ultima modifica il 08/10/2022

Difficile resistere al fascino delle monetine, soprattutto quelle piccole, i centesimi. Gli adulti le usano poco, le accumulano nelle tasche e quando non se accorgono i bambini le trovano e talvolta le mettono in bocca. Che cosa potrebbe succedere se dovessero essere ingoiate?

Purtroppo, succede di frequente che i bambini piccoli ingeriscano oggetti estranei come monete, biglie, giocattoli o sabbia. La buona notizia è che le monete ingerite sono spaventose, ma raramente mortali.

La prima cosa che devi fare è assicurarti che non stia soffocando: non devono esserci quindi problemi di respirazione o deglutizione. La seconda cosa è andare al pronto soccorso dove i medici decideranno quale sia la procedura migliore. Sono facilmente visibili ai raggi X, ma sono altamente reattivi con gli acidi dello stomaco.

Se la moneta si deposita nell'esofago, tuo figlio mostrerà segni di aumento della salivazione, difficoltà a deglutire, vomito, dolore al collo, dolore al petto o tosse. Se la moneta si deposita nell'intestino e provoca lacerazione della parete intestinale, le feci sono spesso scure o sanguinolente. Il bambino può anche provare dolore allo stomaco, vomito e rumori intestinali ridotti.

Se la moneta arriva senza ostacoli nell’intestino di solito tra le 48 ore e i 5 giorni dovrebbe riuscire ad espellerla attraverso le feci. Non somministrare mai lassativi o indurre il vomito e non costringerlo mai a mangiare o bere subito dopo aver ingerito una moneta. Tuttavia, il bambino può mangiare e bere normalmente mentre aspetta che la moneta passi.  È consigliabile mantenerlo ben idratato, perché ciò lo aiuterà ad avere normali movimenti intestinali.

Consiglio

La prevenzione è sempre l’arma migliore. Tieni tutti i piccoli oggetti lontano dalla portata dei bambini, soprattutto quando iniziano a gattonare. Ispeziona tutti i giocattoli e i gadget e assicurati che non abbiano componenti piccole che potrebbero essere ingerite. Inoltre, si consiglia di partecipare a un corso di disostruzione pediatrica.

Fonte| Ospedale Bambino Gesù

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.