Dallo yogurt alla frutta secca: quale snack scegliere se pratichi sport

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Se pratichi sport regolarmente hai diritto a due snack al giorno, al di fuori dei tre pasti principali. Ma sapresti dire quale spuntino sia più energetico, senza tuttavia essere troppo ricco di grassi e zuccheri?
Gaia Cortese 21 Aprile 2022

Se fai regolarmente sport, avrai già avuto modo di accorgerti di come anche il tuo appetito sia cambiato. Ovviamente, consumando maggiormente le tue energie, hai anche bisogno di integrarle e puoi farlo solo attraverso ciò che mangi e bevi.

Se nell’arco della giornata i pasti principali sono tre (colazione, pranzo e cena), è anche vero che, per non arrivare estremamente affamati all’ora del pasto, si consiglia di fare anche due spuntini, uno al mattino e uno al pomeriggio. Chi fa sport, e quindi brucia più calorie rispetto a chi non ne fa, apprezza particolarmente questi snack, in grado di ridurre la fame e di ricaricare l'organismo di energia.

Oltretutto, a livello metabolico, è ormai riconosciuto che fornendo allo stomaco qualcosa ogni due o tre ore si tengono a bada i picchi glicemici, ossia quando i livelli di glucosio nel sangue raggiungono valori troppo elevati.

Frutta (anche secca!)

Un frutto di medie dimensioni (una pera o una mela), privilegiando sempre la frutta di stagione, accompagnato da una manciata di frutta secca come mandorle, noci o nocciole, può essere un ottimo spuntino per recuperare le energie. Oltretutto, è uno snack che si può consumare comodamente anche fuori casa, organizzandosi con una sacchetto per alimenti per la frutta secca prêt-à-porter e un frutto con la buccia.

Yogurt bianco e muesli

Diversamente si può pensare anche a un vasetto di yogurt bianco a cui puoi aggiungere una manciata di muesli o  di crusca d'avena, particolarmente ricca di proteine, vitamine e sali minerali; in alternativa si possono aggiungere dei semi come quelli di girasole, di sesamo o di lino.

Dal punto di vista nutrizionale, come si legge sul sito di Humanitas, lo yogurt è una fonte di vitamine alleate del metabolismo e di minerali preziosi per la salute di cuore, ossa e denti. Non solo. Lo yogurt è anche una fonte di micronutrienti dalle proprietà antiossidanti, e ha una maggiore digeribilità rispetto al latte.

Banana e cioccolato fondente

Una banana di medie dimensioni, intorno ai 125 grammi di peso, oltre a essere composta per il 70 per cento da acqua, contiene circa 30 grammi di carboidrati, un grammo di proteine e tre grammi di fibre alimentari, ma soprattutto è particolarmente ricca di vitamine (A,  C e vitamine del gruppo B), e di sali minerali tra cui ferro, magnesio, manganese e potassio in elevate quantità.

Ecco perché la banana, soprattutto quando fa caldo, è un ottimo snack per reintegrare i sali minerali che si perdono con la sudorazione quando si fa attività sportiva. In aggiunta, un quadretto di cioccolato fondente non può che fare bene e dare piacere al palato.

Pane e marmellata

Sostituito per lungo tempo (ma erroneamente) dalle merendine, il combo pane e marmellata sta per tornare in auge, non solo per la merenda del pomeriggio, ma proprio come spuntino per chi fa sport. La marmellata è ricca di zucchero e, nel momento in cui viene abbinata a carboidrati complessi e fibre, come quelli del pane, garantisce energia a lungo termine.

Tutte le marmellate sono indicate per la prima colazione e per chi pratica sport perché sono ricche di vitamine, in particolare vitamina A, B1 e B2, e anche di sali minerali (potassio, sodio, fosforo, magnesio, etc.). Certo il loro contenuto di zucchero, come dicevo, non è indifferente, ma è anche vero che sono sono prive di grassi.