Campane a vento con il riciclo creativo

Decora il giardino con materiali di riciclo: campane a vento per la stagione estiva

Campanelle a vento alla maniera giapponese. Sfrutta il materiale di riciclo e decora il giardino o lo spazio esterno di casa. Ecco due progetti per realizzarle.
Francesca Camerino 15 Maggio 2021

Le campane a vento giapponesi (Fūrin) sono deliziose decorazioni appese alla porta, in veranda  o comunque in esterno che producono quel suono  armonioso che ricorda subito la frescura e la temperatura estive.

Si tratta di campanelle di ghisa o vetro decorato da cui pendono uno o più tubicini di legno. Sotto i tubi pende un filo su cui fissare una striscia di carta di riso.

Basta sistemarle in una zona ventosa o in terrazza e con il soffiare del vento i tubicini entrano in contatto producendo un delizioso effetto sonoro.

Se vuoi realizzare delle campanelle che ricordano quelle giapponesi,  puoi riprodurle con materiale di riciclo e decorare il tuo giardino o la terrazza. Delle campanelle colorate per salutare l’estate. Ecco due soluzioni fai da te facili facili.

Con gli stecchi del gelato

Puoi usare i bicchieri di carta e gli stecchi del gelato dopo averli dipinti con i colori acrilici. Puoi fare una variazione al tutorial che segue, appendendo come batacchio per ogni campanella due bastoncini vuoti di bambù.

Occorrente

  • Bicchieri di carta
  • Piatto di carta
  • Stecchi da gelato
  • Colla
  • Colori acrilici
  • Pennello
  • Spago
  • Tubicini in legno (facoltativi)

Con fogli di carta colorata

Puoi usare i fogli di carta colorata e aggiungere un paio di bottoni come batacchio.Inserisci all’interno della decorazione due pezzi di spago con altrettanti bottoni per creare l’effetto sonoro al momento del contatto dei due pezzi.

Occorrente

  • Carta colorata di riciclo
  • Fermacampione
  • Forbici
  • Cartoncino
  • Spago
  • 2 bottoni