Dove si comprano i cosmetici green?

Il mondo della cosmesi sostenibile è ormai sempre più alla portata di tutti, anche da un punto di vista economico, perché prezzi sono diventati competitivi. Non sai dove comprarli? Non è difficile. Il supermercato vicino a casa potrebbe essere un rivenditore. E’ importante riconoscere il prodotto green da quello falsamente verde.
Valentina Rorato 6 Novembre 2020

I cosmetici green non sono più un’eccezione. Sarai felice di sapere che in un mercato complesso e in continuo espansione, moltissime aziende hanno deciso di sposare politiche ambientaliste e stanno producendo prodotti nel rispetto dell’ambiente e della tua pelle. Per tanti che dell’ecosostenibilità hanno fatto una filosofia di lavoro, esistono tanti produttori (purtroppo) che invece stanno semplicemente usando degli slogan che ricordano il “naturale” per nascondere sostanze chimiche, potenzialmente dannose o politicamente scorrette. Come orientarsi? La domanda che ti devi porre non è dove si comprano, perché quello non è il vero problema, ma come si riconoscono.

Aziende e ingredienti naturali nei cosmetici

Gli ingredienti naturali sono sempre più utilizzati nei cosmetici convenzionali e nei prodotti per la cura personale, perché le aziende stanno sostituendo i prodotti chimici di sintesi, a causa della domanda dei consumatori e della necessità di utilizzare materie prime sostenibili per evitare di inquinare.

Secondo Cosmetics Europe, il mercato europeo dei cosmetici è stato valutato 78,6 miliardi di euro nel 2018. È il più grande al mondo, seguito da Stati Uniti, Cina e Giappone. Pandemia di Covid-19 a parte, che purtroppo sta condizionando non solo la salute ma anche l’economia internazionale, questo mercato pare essere destinato a crescere in futuro e a mantenere in Europa la posizione di leader nei prossimi anni. Ovviamente, fioriscono nuovi competitor ovunque e i più interessanti sono in Asia e in America Latina.

Perché questa divagazione? Perché per comprare, devi imparare a leggere le etichette (qui trovi tutte le certificazioni che ti assicurano la qualità del prodotto) e devi fare attenzione anche all’origine. Se puoi comprare made in Italy, è sempre meglio, soprattutto se ci tiene alla sostenibilità. Devi però sapere che la Germania e la Francia sono considerate i migliori esportatori di ingredienti naturali. Questo perché questi due paesi hanno i più grandi mercati di consumo di cosmetici in Europa e sono anche importanti centri di produzione. Molte aziende di cosmetici convenzionali e naturali hanno sede in Germania e Francia, cui fanno seguito l'Italia (che si trova sul podio al terzo posto), il Regno Unito e la Svizzera.

Dove si comprano

Si comprano davvero ovunque. Puoi cercarli nei banchi dei supermercati, nelle profumerie, nei negozi che vendono prodotti naturali (sia alimentari sia cosmetici), sugli eshop dei grandi brand o delle piccole aziende di nicchia. Leggi sempre bene le etichette, verifica le certificazioni e l’origine del prodotto (compresa quella della materia prima) e fai attenzione anche al numero di ingredienti. Se il cosmetico è davvero green, non ha bisogno di una lunga lista di ingredienti, ne basteranno tra i 5 e i 10.

Sono indicate, tra i rivenditori, anche le aziende agricole certificate biologiche. Quello che devi evitare sono i prodotti di cui non esiste una traccia e non c'è etichetta autorizzata. Perché? Non solo potrebbero non essere cosmetici realmente green, ma potrebbe contenere ingredienti poco salutari o che potrebbero scatenare reazioni avverse.