Foliage da ammirare in sella alla tua bicicletta: 4 itinerari da non perdere

Non solo a piedi, ma anche in sella alla tua inseparabile due ruote. Scopri alcuni degli itinerari e i percorsi più belli da fare per ammirare la bellezza del foliage in autunno.
Gaia Cortese 31 Ottobre 2021

Fino ad autunno inoltrato la natura regala agli occhi uno spettacolo unico. È il periodo del foliage, quando gli alberi iniziano a perdere le foglie e a tingersi di tonalità che vanno dal giallo all’arancione, fino al rosso vivo. La bellezza di questo fenomeno è ovunque, sui rami degli alberi, ma anche sul suolo cosparso di foglie multicolore che scricchiolano sotto i nostri passi. Il foliage è bello da ammirare facendo lunghe passeggiate a piedi, ma non è da meno se si preferisce montare in sella alla propria bicicletta.

E se quando si parla di bicicletta, bisogna obbligatoriamente iniziare a parlare anche di percorsi e itinerari, eccone alcuni che puoi considerare per godere del foliage autunnale pedalando a un ritmo blando in totale contemplazione della natura che ti circonda.

Lombardia

In Lombardia, andare in bicicletta lungo il Naviglio della Martesana è un modo per ammirare il foliage senza allontanarsi troppo dalla città. Il percorso si sviluppa lungo 38 km circa e collega il fiume Adda da Trezzo d’Adda fino a Milano, attraversando diversi comuni tra Cassano d’Adda, Inzago, Gorgonzola, Cernusco sul Naviglio, Cologno e Vimodrone. Proprio in prossimità del centro di Gorgonzola, il Parco Sola Cabiati è il luogo ideale per una breve pausa lungo il percorso, dove poter ammirare il piccolo laghetto, la chiesa di SS. Protaso e Gervaso e il bellissimo lavatoio adiacente.

Alto Adige

L’Alto Adige offre uno degli itinerari più romantici per ammirare le foglie autunnali, un’escursione al lago di Braies. Si tratta di un circuito adatto alle famiglie con bambini, che si può percorrere in un’ora circa considerato che si sviluppa su un percorso di appena 3,6 km. Seguendo la segnavia n.1,19 si raggiunge una piccola cappella all'ombra di abeti rossi, larici e pini dove lo spettacolo da ammirare è davvero unico.

Sempre in Alto Adige, anche la pista ciclabile dell’Alta Val di Non, a 1.000 metri di altitudine, attraversa i meleti fino al Lago Smeraldo, dove è possibile fermarsi per fare un picnic e raggiungere a piedi il mulino sul Rio Sass.

Toscana

In Toscana uno dei percorsi più variopinti da fare in bicicletta è quello tra Lucca e Siena, lungo la via Francigena, passando dai borghi medievali di San Gimignano, San Miniato e Monteriggioni.

Si tratta di un tracciato di un centinaio di chilometri che in passato era battuto dai pellegrini e che oggi si presta particolarmente al cicloturismo lento. Tra ottobre e novembre, il paesaggio offerto dalla piana di Lucca, dalle dolci colline della Val d’Elsa e dai numerosi vigneti vira dal verde al giallo per poi arrivare al rosso intenso. Uno spettacolo così suggestivo da far passare in secondo piano i cento chilometri da percorrere.

Umbria

Anche nella regione più verde d’Italia, l'Umbria, non mancano boschi e distese di lecci, cerri e querce dai colori gialli e arancio. Tra le strade per praticare un po’ di turismo dolce in Umbria, la Green Road Ciclabile Assisi-Spoleto-Norcia si sviluppa su un percorso di
102 km: i primi 51 chilometri, tra Assisi e Spoleto, attraversano alcuni dei borghi più belli del Cuore Verde d’Italia come Trevi e Spello, mentre gli altri 51 chilometri seguono la via dell’ex ferrovia da Spoleto a Norcia, tra gallerie e viadotti che scavalcano i monti che sorgono tra le due città. Il tracciato dalle pendenze moderate permette di scoprire le bellezze paesaggistiche della Valle Umbra, non a caso la Green Road Ciclabile Assisi-Spoleto-Norcia è stata premiata nel 2015 con l’Italian Green Road Awards come la pista ciclabile più bella del nostro Paese.