Gli ultimi 10 anni sono stati i più caldi di sempre: da 3.000 anni temperature mai così alte nell’oceano Atlantico

Analizzando i sedimenti del lago canadese South Sawtooth Lake, un team di studiosi dell’Università del Massachussets ha misurato le variazioni delle temperature superficiali marine, riuscendo a ricostruire nel dettaglio gli ultimi 3.000 anni di storia climatica dell’oceano Atlantico. I risultati dello studio, i più accurati mai ottenuti finora, sono stati pubblicati sullla rivista specializzata dell’Accademia americana delle scienze (Pnas).
Francesco Li Volti 14 ottobre 2020

Mai così caldo come negli ultimi 10 anni. Sto parlando dell'Oceano Atlantico settentrionale che, secondo la ricerca di un team di studiosi dell'università del Massachussets, ha vissuto l'ultimo decennio come il più caldo degli ultimi 2.900 anni. E secondo te, la colpa di chi è? Del cambiamento climatico, ovviamente. E il cambiamento climatico da cosa è causato? Dalla mano dell'uomo. E l'uomo cosa sta facendo? Nulla, o almeno, ancora troppo poco. E quindi, quel motto coniato da Greta Thunberg, forse non è così sbagliato: se non ora, quando? 

Lo studio

L'ultimo decennio è stato il più caldo dell'Oceano Atlantico. Questo è quanto viene fuori dal report degli scienziati dell'Università del Massachusetts Amherst e dell'Università del Quebec, che sono stati in grado di monitorare le fluttuazioni della temperatura dell'oceano Atlantico tornando indietro di circa 2.900 anni.

Le temperature oceaniche tendono ad aumentare e diminuire in modo ciclico nel corso dei secoli. Ma i recenti picchi di temperatura vanno ben oltre la portata di quel modello naturale, sono un segno disastroso per lo stato degli oceani. 

Studiando i nuclei di sedimenti nell'Artico canadese, precisamente quelli del lago South Sawtooth, i membri del team hanno notato come questi sedimenti fluttuino insieme alla temperatura. Questo risultato si deve all'indice che i climatologi usano per studiare la variabilità delle temperature superficiali del Nord Atlantico, l'Amv (Atlantic Multidecadal Variability), che tiene conto di come le temperature superficiali marine possano variare, determinando così determinati fenomeni climatici. Gli strumenti utilizzati per la ricerca hanno dimostrato che negli ultimi decenni c'è stato un aumento velocissimo delle temperature dell'Atlantico. Questi risultati sono stati infine pubblicati sulle pagine della rivista scientifica PNAS.

Studiare il cambiamento delle temperature delle acque oceaniche del Nord Atlantico può fornire importanti dettagli sulla storia climatica della Terra, in quanto queste variazioni hanno delle gravi ripercussioni sia sul Nord America, che sull’Europa e su tutta la Russia.