I libri non vanno buttati: tanti modi per riciclarli e rimetterli in circolo

Buttare i libri (anche quelli più bruttI!) spezza il cuore. Perché farlo, allora? Ci sono moltissimi modi per evitare di gettarli nella raccolta della carta. Prendi ispirazione!
Sara Polotti 26 Settembre 2022

Chi si è trovato nel mezzo di un trasloco, o chi ha tentato di fare un po' di decluttering nella propria vita, lo sa. Uno degli oggetti che più riempiono le case sono i libri. E anche se una casa piena di libri è sempre bellissima, viva e completa, altrettanto vero è che spesso ci si ritrova con quantità insostenibili di volumi, magari malridotti, a volte doppi, altre volte ancora semplicemente noiosi.

Ma che fare? Buttare i libri in eccesso? No!

Ci sono tantissimi modi per evitare di buttare i libri nel bidone della carta, risparmiando rotture di cuori e favorendo l'economia circolare che tanto bene fa al pianeta.

Chiedere alla biblioteca

La prima cosa da fare è contattare la biblioteca della propria zona e chiedere se hanno bisogno di libri, elencando nello specifico quelli che si ha intenzione di lasciare andare. Magari si tratta di titoli rari, o di libri bestseller che vengono richiesti spessissimo e di cui, quindi, c'è sempre bisogno.

I mercatini solidali

Ormai sono sempre più diffusi: i mercatini solidali sono piccoli negozi di beneficenza in cui la gente può portare capi d'abbigliamento o oggetti ancora in buono stato. Qui verranno poi rivenduti a prezzi stracciati, in un circolo vizioso che ha due vantaggi: chi non ha grandi possibilità economiche può acquistare a costi calmierati, e il ricavato andrà in beneficienza. Spesso questi mercatini raccolgono anche i libri: prova a chiedere se ce n'è bisogno!

Il book sharing

Uno dei modi più contemporanei per sbarazzarsi dei libri senza buttarli – e soprattutto ottenendone di nuovi a costo quasi zero – è il book sharing o book crossing, sempre più diffuso e davvero sostenibile.

Fare una lista per amici e amiche

Se hai amici e amiche che amano la lettura, può darsi che tra i libri che stai abbandonando ce ne siano alcuni che farebbe loro piacere avere nella propria libreria. Crea un gruppo Whatsapp in cui elenchi le disponibilità e vedi se qualcuno si fa avanti! In questo modo potresti anche stimolare la condivisione: si sa mai che la prossima volta uno o una di loro non faccia la stessa cosa, dandoti la possibilità di trovare titoli che avevi nella tua lista dei to-read.

Trovare nuovi usi

Anche i libri più malridotti e illeggibili (e, diciamolo, brutti!) possono essere un'ottima base per dei progetti creativi, come per esempio l'orologio a forma di libro antico, oppure i segnalibri regalo a partire dalle coste dei volumi classici.