Il ghepardo sta per tornare in India dopo 70 anni: come funzionerà l’esperimento per reintrodurre la specie estinta

Il prossimo novembre, 8 esemplari di ghepardo viaggeranno per circa 8mila chilometri dal Sudafrica all’India, dove questo felino fu dichiarato estinto nel 1952. Si tratta di un primo esperimento per provare a reintrodurre la specie in territorio indiano: gli animali saranno trasportati al Kuno National Park, dove è stato creato un habitat favorevole per permettere ai ghepardi di vivere e riprodursi.
Alessandro Bai 10 Giugno 2021

In India, il ghepardo si è estinto addirittura 70 anni fa, ma la sua storia in questo immenso Paese asiatico non sembra essersi chiusa definitivamente: il prossimo novembre, 8 esemplari dell'animale più veloce del mondo verranno infatti trasferiti dal Sudafrica al Kuno National Park del Madhya Pradesh, uno degli stati più grandi dell'India. Si tratta di un viaggio di oltre 8mila chilometri che ha lo scopo di reintrodurre la specie in questo territorio.

Riportare il ghepardo in India potrebbe sembrarti una cosa tutto sommato semplice, ma devi sapere che non basta caricare gli animali su un mezzo e trasportarli oltre l'oceano: la maggior parte dei circa 7mila ghepardi ancora esistenti vive infatti tra Sudafrica, Botswana e Namibia, tutti territori situati in Africa. Capirai quindi che, prima del trasferimento in un luogo così lontano da quello di origine, è importante assicurarsi che esistano le condizioni ideali per permettere al ghepardo di sopravvivere e riprodursi, una questione delicata che è stata attentamente esaminata dopo la prima proposta della Corte Suprema di introdurre nuovamente il ghepardo in territorio indiano.

Nel mese di aprile, come riportato dal quotidiano online India Today, alcuni esperti provenienti dal Sudafrica hanno visitato il Kuno National Park proprio per ispezionare le strutture e l'habitat creato ad hoc per l'arrivo dei ghepardi africani, prima di dare il loro via libera al trasferimento. Il parco nazionale scelto si estende su un'area di 750 chilometri quadrati e presenterebbe condizioni favorevoli per l'adattamento dei felini, compresa la presenza sufficiente di prede. A inaugurare l'esperimento, come ti dicevo, saranno 8 esemplari, 5 maschi e 3 femmine: se le cose andranno bene, finalmente questa specie a rischio estinzione tornerà a correre per le praterie dell'India, dove manca ormai dal 1952.