Il panettone fatto in casa: la ricetta per stupire i tuoi ospiti

Durante le feste, avrai una casa piena di panettoni. Ma perché non provi a stupire tutti preparandone uno tu? Sembra una ricetta difficile, ma è solo un po’ lunga. Però, se ti piace cucinare dolci, è il momento di raccogliere la sfida.
Giulia Dallagiovanna 16 dicembre 2018

Ad un certo punto, la tua casa sarà invasa da panettoni. E tu probabilmente non ne avrai comprato nemmeno uno. Ma è il dolce simbolo del Natale e chiunque venga a trovarti in quei giorni, te ne regalerà uno. E se non lo porteranno i tuoi ospiti, lo troverai nei tradizionali cesti pieni di prodotti alimentari. È proprio lì, fra lo spumante e lo zampone.

Ma quest'anno potresti sorprendere chi ti fa visita offrendoli il tuo personale panettone, fatto in casa proprio da te. Non è un'impresa titanica come potrebbe sembrare, basta un po' di pazienza e ehm…una giornata di tempo. Vediamo insieme la ricetta:

Ingredienti per il panettone fatto in casa

  • 200 grammi di farina di tipo 0
  • 300 grammi di farina di manitoba
  • 150 grammi di zucchero
  • 5 uova (di cui 3 intere e 2 tuorli)
  • 125 grammi di burro
  • 15 grammi di lievito di birra
  • 150 millilitri di acqua tiepida
  • 1 bustina di vanillina
  • 150 grammi di uvetta
  • 60 grammi di canditi
  • scorza di limone
  • un pizzico di sale

Preparazione del panettone fatto in casa

Se ti piace impastare, è la ricetta che fa per te. Dovrai infatti lavorare non uno, ma ben tre impasti. Vediamoli più nel dettaglio:

Primo impasto

Per prima cosa, fai sciogliere il lievito di birra in 100 millilitri di acqua tiepida. Poi lavoralo con 100 grammi di farina normale e altri 100 di farina di manitoba. Aggiungi un uovo e prosegui a impastare per almeno 10 minuti di orologio per dare il tempo al lievito di attivarsi.

Quando avrai ottenuto una palla liscia e omogenea, pratica un'incisione a croce con il coltello. Dopodiché avvolgi l'impasto con una pellicola e lascialo lievitare per circa un'ora, fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Poiché serve un ambiente caldo e asciutto, una buona idea è quello di metterlo nel forno spento, ma con la luce accesa.

Secondo impasto

Dopo un'ora, potrai riprendere a lavorare l'impasto. Aggiungi altri 100 grammi di farina, suddivisi fra quella di frumento e quella di manitoba, 2 uova e gli ultimi 5 grammi di lievito, sciolti nell'acqua tiepida rimasta. Riprendi a impastare per altri 10 minuti.

A questo punto puoi ammorbidire il burro, meglio se solo con le mani perché non deve essere completamente fuso, e lavorarlo con 80 grammi di zucchero. Quando si sarà creata una sorta di impasto, uniscilo a quello principale e lavora gli ingredienti fino e che non si saranno amalgamati bene.

Di nuovo, lascia l'impasto a riposare per circa un'ora e mezzo.

Terzo impasto

Prima di tornare a lavorare l'impasto, metti l'uvetta a bagno in una ciotola, in modo che si ammorbidisca.

A questo punto, riprendi in mano la pasta del panettone e aggiungi l'ultimo tuorlo. Poi incorpora la farina rimasta, unita alla vanillina e a un pizzico di sale, e unisci anche quello che resta di burro e zucchero.

È il momento di aggiungere uvetta, canditi e scorza di limone, che ti aiuterà a sentire meno il sapore del lievito. A questo punto, prendi uno stampo da forno per torte e rivestilo di carta da forno. Versa l'impasto nella forma e, indovina un po', lascialo riposare per almeno altre due ore. Di nuovo, dovrà raddoppiare il volume.

Passate le due ore, ritaglia qualche ricciolo di burro e spargili sopra l'impasto, soprattutto nelle fessure della croce. Ora non ti resta che infornare il tuo panettone a 180 gradi e aspettare almeno 45 minuti. Poi controlla con uno spiedo da cucina che l'impasto sia asciutto anche all'interno e finalmente potrai assaggiare il tuo panettone!