In Antartide si è staccato l’iceberg più grande del mondo: supera anche le dimensioni dell’isola di Maiorca

L’ha annunciato l’Agenzia Spaziale Europea: l’enorme blocco di ghiaccio ribattezzato A-76 misura ben 4320 chilometri quadrati e ora galleggia nelle acque del Mare di Weddell. Il distacco di grossi blocchi ghiacciati potrebbe rientrare in un ciclo naturale ma non si può escludere il decisivo ruolo giocato dai cambiamenti climatici e dall’aumento delle temperature delle acque.
Kevin Ben Alì Zinati 20 Maggio 2021

È grande, grandissimo: anzi, l’iceberg che nelle ultime ore si è staccato in Antartide è il più grande mai visto sulla Terra.

Lo dicono i suoi numeri. La gigantesca lastra di ghiaccio che ora galleggia nelle acque del Mare di Weddell misura infatti ben 4320 chilometri quadrati, mille chilometri quadrati in più rispetto all’isola di Maiorca, la più estesa del Mediterraneo.

Il nuovo iceberg A-76, che nella classifica dei più grandi al mondo ha superato A-23A, grande circa 3.380 km quadrati, si è staccato dalla Ronne Ice Shelf ed è stato individuato dalla missione Copernicus Sentinel-1 dell’Agenzia Spaziale Europea.

Ti starai chiedendo perché e come ha fatto un blocco di 175 chilometri di lunghezza e 25 chilometri di larghezza a staccarsi dalla sua piattaforma, vero? Posso dirti che i climatologi definiscono il distacco di grandi pezzi di ghiaccio come un fenomeno normale che rientra in una sorta di ciclo naturale.

Negli ultimi anni, tuttavia, questo processo si sta verificando con una frequenza sempre più importante, specialmente lungo le piattaforme di ghiaccio antartiche. La causa? Sì, proprio lui: il climate change.

Il riscaldamento delle acque dei mari e degli oceani accelera lo scioglimento e i grandi blocchi di ghiaccio vanno incontro a una rapidissima disintegrazione che, negli ultimi anni, ha portato al distacco di giganteschi iceberg.

Riversandosi in acqua, il pericolo è che continuino a sciogliersi fino a determinare un rischiosissimo innalzamento dei livelli del mare in grado di mettere le zone costiere in serie di pericolo di sommissione.

A-76 non è solo l'iceberg più grande del mondo: è anche un campanello d'allarme bello grande.