In Zimbabwe ci sono troppi elefanti: il governo sta pensando di ucciderli in massa

L’ultimo abbattimento di massa in Zimbabwe (che ospita sul suo territorio la seconda più numerosa popolazione di elefanti a livello mondiale, dopo il Botswana) risale al 1988. Secondo le autorità locali, un numero eccessivo di pachidermi potrebbe creare danni all’ecosistema, penalizzando altre specie, e incidenti dovuti alle più frequenti interazioni con l’uomo.
Federico Turrisi 6 Maggio 2021

Non c'è ancora alcuna certezza, ma solo il fatto che se ne parli potrebbe lasciarti sconcertato. Per cercare di risolvere il problema del sovrappopolamento di elefanti, il governo dello Zimbabwe, stato dell'Africa meridionale, sta pensando a un possibile abbattimento di massa. Sì, hai capito bene. Eliminare intere famiglie di elefanti, perchè sono troppi.

"Stiamo cercando di vedere come ridurre i numeri. Dobbiamo discuterne a livello politico come governo: tutte le opzioni sono sul tavolo, compreso l'abbattimento”, ha detto il ministro dell'ambiente e del turismo Mangaliso Ndlovu, in un'intervista rilasciata all'emittente televisiva controllata dallo stato Zimpapers, senza fornire ulteriori dettagli. Non sarebbe la prima volta che accade una cosa del genere: tra il 1965 e il 1988, per cinque volte lo Zimbabwe ha percorso la strada delle uccisioni di massa, sopprimendo oltre 50 mila elefanti. Pensa che, quando questi pachidermi vengono abbattuti, le mandrie vengono eliminate nella loro interezza per evitare ogni forma di stress post-traumatico negli animali sopravvissuti.

Ma perché questa esigenza di sbarazzarsene? Nella classifica mondiale dei Paesi con la popolazione più numerosa di elefanti, lo Zimbabwe è secondo, dietro solo al vicino Botswana, con circa 100 mila esemplari. Mentre negli ultimi decenni il numero di elefanti africani nel mondo si è ridotto in maniera drammatica (soprattutto a causa della perdita di habitat e del bracconaggio), nei due stati appena citati la popolazione è cresciuta. E per loro questo è un problema. Per i governi locali, la presenza di un numero eccessivo di elefanti significa infatti distruzione dell'habitat necessario ad altre specie animali e aumento delle occasioni di conflitto con l'uomo.

Siamo sicuri che uccidere gli elefanti sia la soluzione migliore? In realtà, le alternative all'abbattimento esistono: per esempio, si può considerare il ricorso a metodi contraccettivi oppure trasferirli in un altro Paese (come recentemente ha scelto di fare il Botswana con l'Angola). Staremo a vedere quale decisione prenderà alla fine lo Zimbabwe.