orso andino

La nuova vita dell’orsa Cholita: dopo anni di maltrattamenti, adesso è finalmente salva e serena

I pochi denti che le restano sono rotti e le dita anteriori le sono state amputate in modo che non potesse aggredire i visitatori di un circo. Ora Cholita, esemplare di orso andino, può finalmente vivere una vita degna di tale nome.
Roberto Russo 30 Novembre 2022

Questa è la storia di Cholita, orso andino che ha avuto una vita difficile fin da cucciola. Per 10 anni ha vissuto in un circo dove ha subito abusi fisici. Pensa che a causa dello stress ha perso quasi tutta la pelliccia sul corpo.

Cholita appartiene alla famiglia dell'orso dagli occhiali, noto anche come orso andino, orso andino dal muso corto o anche orso di montagna. Per capirci, è l'orso che ha ispirato il celebre orsetto Paddington.

La cattura e i maltrattamenti

Tutto è iniziato quando Cholita era solo un'orsacchiotta: fu tolta dalla natura selvaggia nel suo Paese natale, il Perù. È possibile che la madre sia stata uccisa per liberarsi di lei.

Dopo la cattura, Cholita è stata venduta a un circo per esibirsi e qui ha trascorso un decennio all'interno di una piccola gabbia. Al circo, i suoi gestori le hanno tagliato le dita delle zampe anteriori per evitare che le crescessero gli artigli; le hanno anche tolto alcuni denti per renderla completamente inerme. L'esperienza traumatica ha causato la caduta del pelo fino a esporre la pelle.

Un primo, parziale salvataggio

Già tempo fa le autorità peruviane l'avevano salvata dal circo, trasferendola in uno zoo. Tuttavia, nonostante le condizioni esterne fossero notevolmente migliorate, per Cholita le cose non sono andate bene. In questo zoo, infatti, è rimasta per un ulteriore decennio anni in cattività, da sola: era così malmessa che nessuno sapeva come curarla. Inoltre veniva nutrita con una dieta sbagliata il che le causava diarrea permanente.

L'intervento di Animal Defenders International

Lo sfortunato caso di Cholita è arrivato alle orecchie dell'Animal Defenders International (ente fondato nel 1990 che si occupa di educazione e sensibilizzazione al fine di proteggere gli animali in cattività e gli animali selvatici e il loro ambiente), che ha preso provvedimenti.

Finalmente, dopo 20 anni di agonia nelle peggiori condizioni, danneggiata fisicamente ed emotivamente, l'associazione americana ha salvato l'orso andino dallo zoo. I soccorritori le hanno trovato una nuova casa nella Reserva Ecologica Taricaya, in Perù, dove vive oggi. Il sito è una riserva naturale privata situata nell'Amazzonia peruviana lungo il fiume Madre de Dios: qui l'ambiente emula l'habitat naturale degli orsi andini, con una piscina e un rifugio in cui dormire e rilassarsi. Cholita ora conduce una vita tranquilla e serena.

Da quando è stata salvata, l'orsa andina ha prosperato e segue una dieta sana e ricca di frutta fresca (adora l'uva!). L'unica cosa negativa è che il suo pelo non è riuscito a ricrescere.

In apertura: foto di repertorio di un orso andino in ottima salute