La principessa contro il bracconaggio: Charlène di Monaco vola in Sudafrica per proteggere i rinoceronti

Non ha dimenticato il suo paese di origine (e neppure i magnifici esemplari animali che qui vivono) ed è volata in Sudafrica per sostenere la sua Born Free Foundation. Charlène di Monaco si schiera contro il bracconaggio in difesa dei rinoceronti africani.
Gaia Cortese 25 Maggio 2021

È tornata in Sudafrica, il suo paese di origine, per proteggere i rinoceronti. L’ex nuotatrice e oggi principessa Charlène di Monaco è volata in Sudafrica per seguire le attività della Born Free Foundation, la fondazione da lei istituita per proteggere gli animali a rischio di estinzione.

I rinoceronti purtroppo rientrano in questa categoria. Un chilo delle loro corna, considerate in Africa un simbolo di ricchezza e di potere, viene di norma venduto tra i 60 e gli 8o mila dollari. Secondo la medicina tradizionale cinese, invece, il corno di rinoceronte polverizzato sarebbe un rimedio contro la febbre, l'epilessia, la malaria, i casi di avvelenamento e gli ascessi e, per questo motivo, materiale pregiato da scambiare al mercato nero.

Per questo motivo i rinoceronti sono tra le principali vittime del commercio illegale e del bracconaggio. In Africa esistono due specie di rinoceronti: il rinoceronte bianco (Ceratotherium simum) è abbastanza tutelato poiché vive prevalentemente in aree protette, mentre il rinoceronte nero (Diceros bicornis) è in una seria condizione di pericolo di estinzione.

Charlène ha scelto di dedicarsi alla salvaguardia di questa specie e di sensibilizzare l’opinione pubblica a questo riguardo. Nei giorni scorsi, la principessa si è fatta ritrarre da Christian Sperka, un fotografo professionista che lavora a Limpopo per Wildlife presso The Rhino Orphanage, l'organizzazione no profit che si era presa cura anche della piccola Annie, rimasta orfana ad appena sei mesi, dopo che la mamma era stata uccisa dai bracconieri.

Sul suo profilo Instagram, Charlene viene ritratta mentre abbraccia commossa un rinoceronte ferito. Nel suo messaggio lasciato ai follower scrive: "Grazie per non averci dimenticato", interpretando il pensiero di questi esseri tanto imponenti, quanto indifesi.