La scatola della rabbia: lo strumento fai da te per gestire i momenti di crisi dei piccoli

Come contenere gli attacchi d’ira che sconvolgono i più piccoli? Con la scatola della rabbia realizzata con materiale facilmente reperibile in casa.
Francesca Camerino 13 Settembre 2020

La rabbia è un’emozione che fa parte della nostra esistenza. È normale e possono provarla sia gli adulti che i bambini. Per i più piccoli è però più impegnativo riuscire a convogliarla in qualcosa di positivo, rispetto ai grandi. Naturalmente spetta ai genitori, e agli adulti in genere, aiutare i più piccoli a gestire l’ira cercando di sostenere, comprendere, accompagnare senza aggredire o alzare la voce.

Con l’aiuto del fai da te puoi realizzare la scatola della rabbia con cui i piccoli possono imparare a gestire la rabbia secondo il metodo Montessori.

Cos’é

La scatola della rabbia è un contenitore di cartone da realizzare con il materiale facilmente reperibile in casa con cui i piccoli possono convogliare queste sensazioni fastidiose ricordando che sono comunque normali e capitano a chiunque nel corso della giornata.

A cosa serve

Serve a contenere e a rasserenare i bimbi dopo uno scatto d’ira. Basta che realizzi e la decori con loro rendendola rosso fuoco e personalizandola con carta stoffa , adesivi e colori.

Come si usa

Basta sfruttarla nei momenti di particolare inserendo disegni, parole che ti ricordano quel particolare momento di disagio. Una volta superato il momento di rabbia, basta aprirla e controllare tutte i pezzi che abbiamo nascosto cercando di trasformare il pensiero negativo in qualcosa di "rosa" e piacevole.

Come si costruisce

Prepara e sistema sul tavolo da lavoro tre fogli di carta, una scatola da scarpe, la colla stick, un pennarello rosso, forbici, matita, righello, c adesivi (facoltativi)

Colora il foglio di rosso con un pennarello a punta grossa. Poi con le forbici ritaglia il foglio in pezzi  abbastanza grandi e facilmente manipolabili. Di seguito  incollali sulla scatola di cartone coprendola totalmente (lati e coperchio). Poi decora il top della scatola della rabbia con occhi e bocca arrabbiati.