La sfida green vinta da due sorelline: Burger King non regalerà più giocattoli di plastica

Ella e Caitlin McEwan, due bambine inglesi di 9 e 7 anni, avevano lanciato una petizione chiedendo alle due principali catene del fast food, ossia McDonald’s e Burger King, di eliminare i giocattoli di plastica dai menu per bambini per proteggere l’ambiente. Il loro appello ha raccolto più di 500 mila firme e sta portando i primi risultati.
Federico Turrisi 20 settembre 2019

Davide che ha la meglio su Golia. Ella e Caitlin McEwan, la cui storia ti avevamo raccontato poco più di due mesi fa, hanno raggiunto un risultato sorprendente: convincere un gigante del fast food come Burger King ad adottare una scelta ecosostenibile. Le due sorelline britanniche, 9 e 7 anni, avevano lanciato una petizione, rivolgendosi direttamente a McDonald e Burger King e invitando le due multinazionali a togliere dai menu per bambini i giocattoli in plastica per salvaguardare l'ambiente.

In due mesi la petizione, presente sulla piattaforma Change.org, ha superato le 500 mila firme. E la sfida lanciata dalle due bambine si è rivelata vincente. Burger King ha infatti deciso che nei suoi ristoranti non verranno più inclusi giocattoli di plastica nei pasti per i bambini. Non solo, i clienti sono invitati fino al 30 settembre a restituire i vecchi giocattoli di plastica (non solo quelli regalati dalla catena, ma anche quelli della concorrenza) per avviare a riciclo il materiale e costruire nuove aree giochi nei ristoranti. Se riporti indietro un giocattolo potrai inoltre ordinare gratis un King Junior, il menu pensato da Burger King per le famiglie.

McDonald's non sta a guardare e per il momento (come risposta all'appello di Ella e Caitlin) offre la possibilità ai suoi clienti di scegliere tra i giocattoli presenti normalmente negli Happy Meal e una confezione di frutta. Bisogna dunque fare i complimenti a queste due giovanissime paladine dell'ambiente. Sono la dimostrazione vivente che nessuno è troppo piccolo per fare la differenza e favorire un cambiamento per il bene del pianeta.