La storia di Martin Agee, il violinista di Sidney che suona per gli animali che hanno subito abusi

Quella di Mozart, di Bach, di Haendel è una vera “musica da cani”. Nel senso che adesso anche gli animali se ne sono innamorati. Succede a New York, nell’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals & Adoption Center, il rifugio per cani più importante di New York, dove Martin Agee, uno dei violinisti più famosi del mondo, ha deciso di suonare musica classica per tranquillizzare i cani vittime di abusi e di violenze.
Francesco Li Volti 8 Ottobre 2020

Martin Agee è un nome che probabilmente non ti dirà nulla. Eppure si tratta di uno dei più importanti violinisti del mondo. Ti starai chiedendo- "e cosa c'entra un violinista con il mondo animale?". Giusta osservazione. Giustissima osservazione. E se ti dicessimo che, pur essendo andato in pensione, Martin non ha appeso l'archetto al chiodo, ma ha deciso di suonare per i cani di un canile? Strano vero?

Beh, non così strano se si pensa che la musicoterapia può risultare molto utile per riprendersi dai traumi di violenza. Ma non solo per gli esseri umani, adesso anche per gli animali.

Chi è Martin Agee

Martin Agee è il figlio di un noto maestro di musica del Colorado e a quattro anni ha iniziato a avvicinarsi al mondo della musica, diventando famoso sin da giovanissimo per le sue capacità di lettura degli spartiti. Dopo anni di studi, il suo ruolo di violinista comincia con alcune delle organizzazioni musicali più in vista di New York. Innumerevoli sono i teatri in cui si è esibito: dalla Carnegie Hall al Teatro dell'Opera di Sydney.

L'amore per i cani

Grande amante dei cani, Agee due anni fa ha iniziato a suonare ogni settimana in un luogo molto particolare, il rifugio per cani ospitati presso l'American Society for the Prevention of Cruelty to Animals & Adoption Center a New York City.

La scena praticamente è stata questa: Martin arriva al canile, entra, si guarda intorno, prende una sedia e sorride ai cani (che nel frattempo stanno abbaiando). Estrae dalla custodia il suo prezioso violino e inizia a suonare un brano di Mozart. Poi Bach, poi Haendel. Da quel giorno, ogni settimana questa storia si ripete perché agli animali la musica di Martin piace, e non poco. Infatti la loro reazione è incredibile: si tranquillizzano, si rilassano e guardano il violinista con gli occhi dell'amore.

Da dove nasce l'idea?

Martin tempo fa era solito suonare e provare il suo violino prima dei grandi eventi, davanti al suo amato Melody, un levriero randagio da lui recuperato in un sobborgo di New York. Melody era praticamente la sua ombra, lo seguiva dappertutto. Quando provava i brani a casa, Melody lo ascoltava in silenzio e, se prima era agitato, si calmava stendendosi su un fianco, immobile, quasi incantato dal suono dello strumento a corde. Poi la morte, Melody aveva lasciato un grosso vuoto nella vita dell'artista.

Così, perché non suonare anche davanti al grande pubblico di un canile? Ma non un canile come gli altri, bensì all'American Society for the Prevention of Cruelty to Animals & Adoption Center, il rifugio per cani che hanno subito violenze o abusi più importante di New York.

L'effetto sugli animali vittime di violenze

I cani che hanno subito delle violenze, spesso sono quelli più problematici: non ascoltano il loro padrone, sono aggressivi oppure al contrario, sono estremamente impauriti. Purtroppo certi traumi sono difficilissimi da superare. Così con i contributi musicali forniti da Martin, è stato notato come sia diminuito lo stress in questi animali, e di conseguenza le adozioni sono balzate alle stelle.

Così, grazie a Martin Agee hai scoperto che Mozart in realtà aveva composto anche musica da cani.