Le Hawaii sono il primo Stato americano a dichiarare lo stato di emergenza climatica

La settimana scorsa è stata approvata una risoluzione che riconosce il cambiamento climatico come una minaccia reale per le persone e per l’ambiente. Minaccia che, alle Hawaii, è più reale che altrove.
Sara Del Dot 3 Maggio 2021

Il primo Stato americano a dichiarare lo stato di emergenza climatica. Sono proprio le isole Hawaii, che degli effetti dei cambiamenti climatici spesso ne pagano le conseguenze.

Per questo, il legislatore statale ha scelto di riconoscere ufficialmente la crisi climatica come una minaccia per l’ambiente e per l’umanità decisamente prossima e urgente da affrontare, chiedendo al Governo misure più solide e consapevoli per affrontare la situazione.

Il senatore Mike Gabbard, principale promotore della risoluzione, ha espresso tutta la sua soddisfazione nel veder riconoscere la minaccia del cambiamento climatico per il proprio Paese, una minaccia che dovrà essere affrontata attraverso una stretta collaborazione tra organizzazioni ambientaliste e il Governo.

Lo Stato delle Hawaii sta affrontando problemi riguardati la fornitura di acqua potabile, l’aumento del livello del mare che potrebbe mettere a repentaglio intere isole, fenomeni di erosione delle coste, ma anche siccità e inondazioni, oltre a una progressiva distruzione della barriera corallina.

Insomma, il primo Stato americano a dichiarare l’emergenza climatica è anche uno dei più a rischio nel mondo. Sarà ascoltato?