Le verdure dell’orto? Vanno lavate in questa maniera

Una volta raccolti gli ortaggi che hai coltivato con cura nel tuo orto, il passo successivo è lavarli bene. Non basta passarli con acqua: è una questione di sicurezza. E anche di conservazione.
Sara Polotti 17 Novembre 2021

Che il tuo orto sia piccolo, che il tuo orto sia grande, o che il vicino di casa ti riempia di primizie del suo terreno, l'importante è lavare bene le verdure: mangiare a chilometro zero è infatti benefico sia per il pianeta, sia per la salute (evitiamo pesticidi, non utilizzandoli per coltivazioni così minute!), ma devi assicurarti di pulire al meglio tutti gli ortaggi. Ognuno ha bisogno di una cura specifica, e qui troverai qualche indicazione.

Già, perché anche se non sono presenti pesticidi, le verdure e gli ortaggi dell'orto vanno comunque puliti bene da batteri pericolosi e residui di terra, che se lasciati tra le foglie o sulle bucce potrebbero provocare intossicazioni più o meno gravi.

Ecco quindi come lavare al meglio le principali verdure dell'orto, per portare in tavola tanto gusto e tanta salute.

L'insalata e la verdura

L'insalata a foglia lunga o cespo (e non solo la lattuga, quindi, ma anche il cavolo nero ad esempio) è quella da pulire meglio perché a contatto diretto con la terra. Tra le foglie potrebbero infatti annidarsi batteri, piccoli insetti e residui di terra. Togli il più grosso al momento, quando la cogli, e poi sciacquala con acqua fredda, con minuzia. Lavati poi molto bene le mani, anche tra le unghie.

Lascia asciugare bene e conserva in frigorifero. E ricordati di lavarla anche prima di mangiarla, staccando le foglie una ad una, tagliandone la base e sciacquandole bene sotto l'acqua corrente.

I pomodori, le melanzane e gli ortaggi duri

Questi ortaggi sono più semplici da lavare, perché hanno la buccia dura che li protegge e perché, soprattutto, spesso non stanno a contatto diretto con la terra. Quando li cogli, puliscili a secco con un panno, quindi sciacquali uno alla volta sotto acqua fredda corrente quando li mangi.

Le zucche

Le zucche dell'orto danno molta soddisfazione: sono bellissime da vedere! Una volta tagliato il peduncolo, puliscile grossolanamente con una spazzola, quindi pulisci la scorza dura quando la mangi (soprattutto se vuoi mangiare la zucca con la buccia), tagliando via con il coltello le parti più incrostate.

Come usare il bicarbonato

Per lavare ancor meglio la frutta e la verdura (dagli ortaggi duri a quelli a foglia) si può quindi usare anche il bicarbonato, unendolo all'acqua e all'acqua ossigenata. In questo modo puoi disinfettare ancor meglio ciò che mangerai (anche nei mesi della gravidanza). Come spiega il chimico Zago, in un lavello da 5 litri puoi sciogliere in acqua due cucchiai di bicarbonato, insieme a un bicchiere di acqua ossigenata a 12 volumi. Lascia poi in ammollo verdura e frutta per una mezz'oretta, risciacqua e mangia.