Ortensie, fucsia e violette per un balcone esposto a nord, che riceve poco sole

Dalle ortensie ai mughetti, passando per le violette e i rododendri. Sono solo alcune delle piante fiorite che possono essere coltivate con successo su un balcone esposto a nord che riceve poco sole nell’arco della giornata.
Gaia Cortese 22 Luglio 2021

Se la tua casa ha un solo balcone e per di più è anche esposto a nord, ciò non significa che il tuo pollice verde debba per forza rinunciare ad esprimersi. Anche un balcone dove batte poco il sole e di norma le temperature sono un po' più basse, può essere il luogo perfetto per dare spazio alla fioritura di diverse piante.

Non solo mughetti, che sono forse i fiori più tradizionali che si vedono crescere nel sottobosco delle zone montane, ma anche le ortensie e le violette che di norma prediligono le zone in mezz'ombra. L'importante è conoscere la pianta che si vuole coltivare, approfondirne le caratteristiche e regolarsi in base alle necessità di luce, terreno e acqua. Insomma, non è impossibile avere un balcone fiorito anche se è esposto a nord.

Piante da coltivare in un balcone esposto a nord

Ortensia

Appartenente alla famiglia delle Hydrangeaceae, l’ortensia (Hydrangea) è una pianta coltivata a scopo ornamentale e proveniente dalla Cina, dal Giappone e dall’America meridionale.

La temperatura ideale per la crescita delle ortensie è di circa 18°C, necessita di innaffiature regolari, di un terreno ben drenato e possibilmente di una posizione nell'ombra. Sono queste le principali condizioni da tenere in considerazione per garantire il benessere all’ortensia, una pianta molto apprezzata per la sua fioritura che varia nelle tonalità del blu, del viola e del rosa.

Fucsia

Facile da coltivare, la fucsia, o fuchsia, è una pianta appartenente alla famiglia delle Onagraceae che cresce bene in una posizione in mezz’ombra, al riparo dai raggi diretti del sole; per questo motivo, la fucsia è una delle piante più adatte a essere coltivate in un balcone o un terrazzino esposto a nord, nord-est o nord-ovest. Ama i terricci umidi e quindi deve essere innaffiata molto spesso, soprattutto nel periodo estivo. Attenzione solo ai ristagni idrici, vanno evitati.

Mughetto

Il mughetto (Convallaria majalis) è una pianta che cresce spontanea nei boschi, ma ciò non significa che non possa essere coltivata anche sul balcone. Per questo deve essere posta in un ambiente fresco e riparato, possibilmente nella mezz’ombra, in un terreno arricchito da concime a lenta cessione da aggiungere al terriccio in primavera, poco prima della fioritura.

La messa a dimora dei mughetti deve essere fatta in autunno, tra ottobre e novembre, in modo da garantire alla pianta un lungo periodo di riposo in inverno, periodo in cui il mughetto non deve essere toccato.

Rododendro

Il rododendro (Rhododendron) è un arbusto coltivato a scopo ornamentale che può essere fatto crescere in vaso o in terra piena al principio della primavera o al termine dell’estate. Questo arbusto preferisce di gran lunga una zona luminosa in cui svilupparsi, ma non tollera i raggi diretti del sole: scegli quindi una zona di mezz'ombra e innaffia più frequentemente del solito con l’arrivo dell’estate.

La fioritura del rododendro è abbondante e generosa e si concentra nel mese di maggio.

Violetta

Appartenente alla famiglia delle Violaceae, la violetta è una pianta rustica che può essere coltivata sia in terra piena che in vaso, purché abbia a disposizione un terreno fresco e molto drenante.

Prediligi sempre un luogo luminoso, ma evita l’esposizione al sole in estate perché questo fiore soffre molto il caldo e i raggi diretti del sole possono danneggiare la pianta. Ecco il motivo per cui la violetta è uno dei fiori più adatto ad essere coltivato su un balcone esposto a nord.