Panchine stampate in 3D, tutte in plastica riciclata: Lucca è la prima città a installarle

L’eco-design sostenibile è il futuro del mondo? Forse sì, e per fortuna alcune città stanno già puntando su esso, mostrandone i benefici estetici ed ecologici. Come Lucca, che ha installato delle panchine riciclate e stampate in 3D, dando nuova vita al Tetrapak.
Sara Polotti 18 Aprile 2022

Per le vie di Lucca sono comparsi arredi urbani stampati in plastica riciclata. La città famosa per la sua storia e la sua architettura (ti basti pensare alla sua mozzafiato Piazza dell'Anfiteatro), si è rivelata innovativa anche dal punto di vista della sostenibilità e del riuso, puntando ad un'architettura pubblica green, ecologica e rispettosa.

Le panchine in 3D, in particolare, sono davvero un'ottima notizia: pongono infatti una prima pietra nell'ambito dell'eco-design di riciclo, quello che sfrutta la stampa 3D e il recupero di materiali riciclabili come determinati tipi di plastica. L'azienda produttrice si chiama 3D R3dirct, che ha anche progettato gli arredi.

Il prototipo

Il prototipo era stato presentato qualche mese fa, e l'idea di partenza era quella di progettare un rivestimento riciclato per coprire le barriere antiterrorismo, rendendole un arredo urbano sicuro e sostenibile. La base? Il riciclo del Tetrapak, un materiale che può essere smaltito nella raccolta differenziata, solitamente nel bidone della carta (ma è bene sempre controllare le disposizioni del proprio comune di residenza).

Il materiale delle panchine

Le panchine stampate e installate a Lucca sono frutto del riciclo dei contenitori in poliaccoppiato (ovvero quello utilizzato per i cartoni del latte, ad esempio), dai quali l'azienda produttrice ha ricavato un polimero ad alta densità con una piccola percentuale di alluminio. "Questo materiale è prodotto a Km0 dalla cartiera lucchese Lucart , che utilizza la cellulosa degli imballaggi per i suoi ri-prodotti e trasforma in granulo la porzione plastica", spiegano dalla pagina Instagram.

Il design

Il design delle panchine in sé, poi, è davvero accattivante e speciale: in questo caso i designer hanno cercato una forma ideale che ricoprisse due ruoli. Il primo, classico, è quello dell'arredo urbano pensato per le persone che vogliono riposarsi e godere di una pausa in città; il secondo è quello più utilitaristico di rendere le barriere antiterrorismo più graziose, mantenendone allo stesso tempo l'utilità e la sicurezza.