Se l’Antartide continuerà a sciogliersi, New York, Tokyo e Londra potrebbero finire sommerse

Secondo le dettagliate simulazioni elaborate da un team di climatologi e ricercatori del Potsdam Institute, se non invertiamo la rotta con le emissioni di gas serra e la temperatura sale a +6° oltre i livelli pre-industriali, il Polo Sud rischia di riversare nei mari e negli oceani quantità di acqua che provocherebbero innalzamenti fino a 12 metri. Città costiere come anche Mumbai o Shanghai rischierebbero così di finire sott’acqua.
Kevin Ben Alì Zinati 29 settembre 2020

Non scherzano quando ti dicono che il futuro è nelle tue mani. La scienza l’ha sottolineato in tutti i modi: riduciamo le emissioni di gas serra e limitiamo il riscaldamento globale o le lancette del famoso Climate Clock correranno sempre più veloci verso la fine. E oggi lo ribadisce con un nuovo studio del Potsdam Institute for Climate Impact Research che si è preso la copertina di Nature. Se non facciamo qualcosa, subito, il ghiacci dell’Antartide si scioglieranno del tutto, il livello del mare si alzerà e città costiere come Amburgo, Tokyo, New York potrebbero realmente finire sotto l’acqua. A rischio non c’è solo la nostra ultima eredità da un periodo precedente nella storia della Terra, visto che l’Antartide ha più o meno 34 milioni di anni, ma anche qualcosa di più recente e conosciuto come metropoli con milioni di abitanti.

Se il termometro sale

In circa un milione di ore di tempo di calcolo, i ricercatori hanno creato una serie di simulazioni dettagliate che evidenziano a quali livelli di riscaldamento il ghiaccio del’Antartide diventerebbe instabile fino a sciogliersi del tutto e finire nell’oceano. Partendo dall’assunto che l'Antartide contiene più della metà dell'acqua dolce della Terra, congelata in una lastra di ghiaccio spessa quasi 5 chilometri, se le emissioni umane di gas serra continuassero, la calotta del Polo Sud potrebbe perdere massa fino a immettere nel mare enormi quantità di acqua. Secondo le previsioni, già rimanendo a +2° di riscaldamento sopra i livelli pre-industriali, lo scioglimento del solo Antartide potrebbe causare un innalzamento degli oceani, a livello globale, di 2,5 metri: se i gradi diventassero +4° l’innalzamento sarebbe di 6,5 metri arrivando fino a 12 metri se si dovessero superare i +6°.

Il mondo

Se dovessimo davvero oltrepassare la soglia dei +6° sopra i livelli pre-industriali, gli effetti sarebbero devastanti: perdendo enormi quantità di ghiaccio, il livello dei mari e degli oceani si alzerebbe al pinto che molte città dislocate lungo le coste potrebbero finire sott’acqua. Sto parlando di Amburgo, Tokyo e New York. ma anche Londra, Mumbai e Shanghai. Solo tornando ai livelli potremmo rinvigorire i ghiacci del mondo: purtroppo, sai anche tu che è un’utopia. Il messaggio lanciato dagli autori dello studio è duplice e chiaro: ciò che perdiamo ora dell'Antartide, è perduto per sempre e rinunciare all'accordo sul clima di Parigi significa rinunciare ad Amburgo, Tokyo, New York, Shanghai, Mumbai. Quindi, che si fa?