Selfie con squalo mako morto in Florida: animale tirato con una corda sulla spiaggia per divertimento

Un esemplare di squalo mako è stato oggetto di maltrattamenti, anche negli ultimi istanti di vita. Le immagini lasciano senza parole per la barbarie con la quale i natanti hanno inveito sul cetaceo pur di scattarsi un selfie a colpi di smorfie.
Alessandro Artuso 18 febbraio 2020

Ci sono tanti eventi da immortalare nella tua vita ma di certo non c’è bisogno di attendere che uno squalo mako muoia per scattare una foto trascinandolo sulla spiaggia, ormai senza vita. Il povero animale è diventato oggetto di divertimento a Navarre Beach, sulla costa in Florida, da parte di chi lo ha catturato e tirato con una corda fino alla spiaggia pur di fare un selfie.

Le immagini scattate mostrano l’animale senza vita essere preda degli scatti che lasciano poco spazio ai commenti.

Le caratteristiche dell’esemplare

Lo squalo mako è un predatore del mare veloce in grado di viaggiare per oltre 3mila chilometri a una velocità di 50 km/h: quando individua la preda accelera il cammino superando anche i 70 chilometri orari. La rapidità d’azione è il punto forte dello squalo che salta in alto, e a più riprese, balzando fuori dall’acqua fino a 7-8 metri di altezza.

Il precedente

Non si tratta dell’unico episodio visto che uno squalo bianco ha perso la vita nella riserva della biosfera di Guadalupe, in Messico. Lo scorso mese di dicembre, infatti, ti avevamo parlato dell’esemplare morto dopo aver attaccato la gabbia di un sub. Il cetaceo era rimasto incastrato con la testa tra le sbarre per oltre 25 minuti senza ricevere alcun aiuto.