Son tutte belle le mamme d’Italia

Quella del 2020 è una Festa della Mamma diversa. Abbiamo imparato cosa significhi la paura e quanto sia importante amare. E dimostrare ogni giorno il nostro affetto. Ecco perché oggi è la Festa di tutte le mamme d’Italia (e del mondo).
Simona Cardillo 10 maggio 2020

E' una Festa della mamma diversa, quella di oggi. Un anno difficile in cui, forse, riusciamo ad apprezzare il vero senso della parola "mamma".

Oggi celebriamo tutte quelle mamme d'Italia che per quasi due mesi non abbiamo potuto abbracciare, che abbiamo imparato a vedere attraverso il display di un cellulare e per le quali siamo stati preoccupati. Le abbiamo protette da lontano, con la distanza a farci da scudo abbiamo cercato di tenerle al riparo dal virus assassino.

Celebriamo quelle mamme che se ne sono andate in questi mesi, senza l'affetto di un figlio che stringeva la loro mano accompagnandole nell’ultimo viaggio. Le abbiamo nel cuore, belle come erano, come sono e come saranno nei nostri ricordi. Per il loro commiato neanche un abbraccio, ma un amore infinito che mai potrà affievolirsi.

Celebriamo anche le mamme in attesa, che devono ancora conoscere il viso del loro bambino e ne custodiscono la vita dentro di loro. Mamme che oggi si dividono tra la gioia della vita e l'incertezza di quel che sarà il mondo post-pandemia.

Ogni donna è un po' mamma di qualcuno. E lo rimarrà per sempre.

Oggi è anche la festa di chi è mamma due volte: dei suoi figli e dei figli dei suoi figli. Perché i nipoti sono la vita che continua e l'amore di una mamma con loro si moltiplica, come in successive maternità. I nipoti sono gioia, giovinezza, legame, felicità e con loro ogni nonna è una nuova mamma.

La Festa della Mamma è anche quella di tutte le mamme che hanno perso i loro figli. Perché non ci sono confini all'amore di una mamma, né di tempo né di spazio né di età.

Celebriamo anche le mamme senza biologia, quelle che amano senza un certificato di nascita. Mamme di vita e per questo mamme d'amore. Quelle che crescono i figli ignorando i vincoli di sangue, ma guardando solo al cuore.

E ci sono anche le mamme senza figli, e per questo mamme di tanti. Sono quelle che hanno scelto di dedicare la loro vita a chi ha bisogno, amandoli e accudendoli in ogni loro necessità.

Oggi è la festa di ogni mamma. Vicina e lontana. Giovane o anziana. Di sangue o di cuore. Ogni donna è un po' mamma di qualcuno. E lo rimarrà per sempre.