Viaggiare con il tuo gatto è più facile di quanto credi: qualche consiglio

Vuoi portare con te il tuo gatto durante le vacanze per non lasciarlo solo e per goderti la sua compagnia? Ecco gli strumenti più utili e le regole più semplici per rendere il viaggio sicuro e piacevole per tutti.
Sara Polotti 8 Agosto 2022

Si parla sempre di vacanze e viaggi con i cani, ma sono molte le persone che decidono di portare con sé il proprio gatto. Certo, è più semplice da lasciare solo a casa rispetto a un cane (i gatti sono più indipendenti e basta un pet sitter che li visiti quotidianamente). Ma anche organizzare un a vacanza con il gatto non è impossibile! Anzi.

Segui queste regole e questi consigli e vedrai che le ferie feline saranno davvero fantastiche, per tutta la famiglia.

Informati sulle regole dei mezzi

Se il viaggio prevede una tratta con l'aereo o con il treno, il primo passaggio è telefonare alle compagnie per capire quali siano le loro politiche in merito ai viaggi con i gatti. Alcune compagnie aeree, ad esempio, richiedono un passaporto felino (soprattutto quando il viaggio è internazionale) e il trasporto in stiva, mentre altre permettono di usare uno zaino-trasportino in cabina. Idem i treni: solitamente basta portare con sé lo zaino e la lettiera portatile e tenere il gatto con il guinzaglio, sempre al proprio posto, ma è bene verificare prima della partenza.

Acquista la pettorina e il guinzaglio

Anche se poi, arrivato nel luogo di villeggiatura (magari una casa di famiglia), il gatto scorrazzerà libero, durante il viaggio è sempre meglio tenerlo legato per evitare spiacevoli inconvenienti. Dotati quindi di una pettorina per gatto e di un guinzaglio allungabile, e fai precedentemente del training. I gatti non sono infatti abituati alle costrizioni ed è meglio allenarli. Prima di tutto, quindi, fai indossare la pettorina in casa per qualche ora, in diversi momenti, e prova anche a farlo camminare con il guinzaglio. In questo modo sarà preparato per quando lo legherai durante il viaggio.

Una visita veterinaria

Esattamente come si dovrebbe fare prima di un viaggio con il proprio cane, prima di partire sarebbe opportuno prenotare una visita dal veterinario o dalla veterinaria per fare un check-up preventivo e capire se è tutto ok, in modo da non ritrovarsi nel luogo di villeggiatura con problemi imprevisti.

Questa visita sarà anche un'utile occasione per farci consigliare se sia il caso di munirsi di pillole veterinarie contro il mal di auto, di mare, di aereo… Anche gli animali, infatti, soffrono la nausea per effetto del movimento del mezzo di trasporto.

Se il viaggio è in automobile

Per viaggiare in automobile è necessario usare il trasportino per evitare che il gatto si aggiri nell'abitacolo, pericolosamente. Se vuoi abituarlo ai viaggi in macchina, tuttavia, è bene fare qualche piccolo viaggio in precedenza: basteranno brevi tratte, in cui lui potrà prendere confidenza con il movimento. E per far sì che si senta più a suo agio, porta con te i suoi giocattoli e qualche croccantino da offrirgli.

Il giorno del viaggio, quindi, infila il gatto nel trasportino, e fai delle pause ogni tanto per fargli sgranchire le gambe e fargli fare i bisogni, tenendolo eventualmente con pettorina e guinzaglio.

Dove fare i bisogni? Esistono delle lettiere portatili.

Le lettiere portatili

Le lettiere portatili sono lettiere pieghevoli che puoi riempire, pulire e riporre all'occorrenza, non solo durante il viaggio in sé, ma per tutta la vacanza.

Gli zaini allungabili

Come le lettiere portatili, un altro strumento utile quando si viaggia con il gatto (soprattutto in treno o in automobile) sono gli zaini per gatti, ovvero trasportini con bretelle che, grazie a cerniere strategiche, permettono di allungare lo zaino ampliando l'area in cui il gatto può muoversi.

Infine, esistono zaini con zanzariere e oblò in cui tenere il gatto durante passeggiate e spostamenti.

Acqua e cibo

Non dimenticare acqua e cibo, che ti serviranno durante tutto il viaggio per tenere idratato e nutrito il tuo piccolo amico.

L'asciugamano o la coperta

Qualunque sia il mezzo di trasporto, qualche giorno prima infila nella cuccia del gatto un asciugamano o una coperta su cui dormirà. Infilalo poi nel trasportino: in questo modo sentirà il proprio odore e si sentirà più a suo agio.

In hotel

Se l'hotel accetta gatti, assicurati di portare con te la lettiera, il cibo e l'acqua, ma anche un tiragraffi per evitare che il micio si faccia le unghie sui tessuti della camera.

Tutte queste regole sono naturalmente valide e utili anche in caso di viaggio in camper o in campeggio!