A New York entra in vigore il divieto per i sacchetti di plastica monouso nei supermercati: multe fino a 500 dollari

Una vera rivoluzione si appresta a vivere lo Stato di New York. Messi al bando i sacchetti di plastica monouso nei supermercati e nei negozi di generi alimentari. Il divieto doveva entrare in vigore in realtà già dal primo marzo, ma una causa intentata da un’azienda produttrice di buste di plastica aveva bloccato tutto.
Francesco Li Volti 20 Ottobre 2020

E venne il giorno. Non è l'inizio di un film ma la realtà. Dimenticati la New York di plastica, quella dell'amichevole Spider-Man di quartiere che vede la Grande Mela dall'alto, con la gente che fa la spesa e ha con sé innumerevoli sacchetti di plastica. Da oggi New York cambia registro e si avvicina al fantastico mondo del plastic free. Non ci credi? Allora ti conviene sapere che è entrato in vigore il divieto dei sacchetti di plastica monouso utilizzati dai supermercati e dai negozi di alimentari.

In realtà lo Stato di New York aveva approvato il divieto già da un po', dal 1° marzo, ma era stato bloccato da una causa intentata dall'azienda produttrice di buste di plastica Albany da Poly-Pak Industries presso la Corte Suprema. Poi una decisione di agosto del giudice ha dato il via libera per procedere con il bando, concedendo un mese di tempo alle imprese per adeguarsi alla nuova normativa.

Alcuni sacchetti sono però esenti dalla legge: tra questi i sacchetti di plastica utilizzati dalle farmacie, quelli per la frutta e la verdura o quelli utilizzati per avvolgere pesce e carne. Per tutto il resto, bisognerà portarsi dietro dei sacchetti riutilizzabili. Per quelli di carta monouso le contee avranno la possibilità di imporre una tassa di 5 centesimi.

Ma non è tutto, perché i trasgressori che verranno beccati dalle forze dell'Ordine la prima volta riceveranno solo un avvertimento, poi riceveranno una multa di 250 dollari e infine una da 500 dollari al terzo richiamo.