cavalli-caldo

Cavalli sfiniti dal caldo, per Maturi (Lega) è un’emergenza: “Il ministro Speranza blocchi le carrozze per tutta l’estate”

Il responsabile nazionale del Dipartimento Tutela Animali della Lega ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della Salute in seguito ai recenti episodi che hanno visto alcuni cavalli crollare a terra sotto il sole mentre trainavano delle carrozze per turisti. Secondo Maturi “Speranza può intervenire subito”, poi sarà necessario ragionare su una possibile abolizione definitiva delle botticelle.
Alessandro Bai 7 Luglio 2022
Intervista a On. Filippo Maturi Responsabile nazionale del Dipartimento Tutela Animali della Lega

Mentre le colonnine di mercurio salgono come non si ricordava da anni, sul fronte dei diritti degli animali questa caldissima estate sembra solo un triste déjà vu. Già negli anni scorsi, infatti, episodi come la morte di un cavallo probabilmente stremato da caldo e fatica avvenuta alla Reggia di Caserta avevano spinto molti a chiedersi se fosse davvero il caso di continuare a costringere questi animali a trainare carrozze e turisti, specialmente sotto un caldo torrido.

Eppure, finite la calura e la stagione estiva, indignazione e polemiche sono finite puntualmente nel dimenticatoio. Almeno fino all'estate successiva. Così, eccoci di nuovo qui a commentare immagini e filmati provenienti dai centri città italiani, come se nulla fosse cambiato, a parte le temperature diventate ancor più roventi e pericolose per gli animali.

Le recenti scene osservate a Matera e Firenze, dove un cavallo è crollato a terra prima di morire sotto il sole e un altro è stato immortalato con le zampe a terra in pieno centro storico, confermano i pochissimi passi avanti fatti negli ultimi tempi.

carrozze-cavalli-roma

Si tratta peraltro di un gigantesco paradosso, in un anno, il 2022, che avrebbe dovuto segnare una svolta in tema di benessere animale, come ricorda Filippo Maturi, responsabile nazionale del Dipartimento Tutela Animali della Lega: “Quest’estate è diversa dalle altre per il fatto che a febbraio c’è stata la modifica costituzionale dell’articolo 9, che ora prevede che lo Stato disciplini i modi e le forme di tutela degli animali".

Tuttavia, sembra che nemmeno l'inserimento della tutela degli animali (e dell'ambiente) in Costituzione sia servito a favorire decisioni basate sul semplice buon senso, come quella di bloccare la circolazione delle carrozze trainate dai cavalli, in gergo romano chiamate botticelle, perlomeno nel corso di un'estate torrida.

Per questo motivo, Maturi, che è anche presidente dell’Intergruppo parlamentare per la Tutela degli Ecosistemi e della Biodiversità, si è mosso in prima persona per provare a cambiare le cose, presentando un'interrogazione scritta al ministro della Salute Roberto Speranza, per sapere se quest'ultimo sia a conoscenza degli ultimi episodi di sfruttamento e, proprio alla luce delle recenti modifiche costituzionali, se abbia un piano per tutelare gli animali in modo concreto.

Poiché tra le competenze di Speranza rientrano anche i temi di sanità veterinaria, Maturi è convinto che il ministro debba intervenire per gestire quella che è "una vera e propria emergenza" e ha le idee chiare sul tipo di provvedimento da prendere: "Secondo me in questo momento l’unica azione è la completa sospensione della possibilità da parte dei vetturini di far circolare questo tipo di mezzi, in primis quelli dedicati al turismo, una sospensione che dovrebbe durare tutta l’estate".

carrozza-cavallo-pisa

Il divieto di circolazione delle carrozze trainati da cavalli nelle ore più calde del giorno, per il quale hanno optato alcuni Comuni, così come l'ipotesi di stabilire un limite di temperatura da non superare, sono palliativi che non convincono Maturi, secondo cui "ogni giorno in più porta un bagaglio ingiustificato di sofferenza, per questo io parlo di urgenza”.

Lo stop estivo alle botticelle rappresenterebbe in ogni caso solo un "primo passo emergenziale", che dovrebbe essere seguito poi a settembre da un ragionamento più ampio "sull’opportunità o meno di continuare a utilizzare le botticelle, chiaramente io sono contrario". Su quest'ultimo punto, però, Maturi riconosce la necessità di "aprire un confronto, un ragionamento serio e concreto ascoltando tutte le parti, per trovare delle soluzioni condivise ma che mettano la tutela degli animali al primo posto".

Quel che non può attendere, invece, è un provvedimento che blocchi fin da subito le sfilate continue (probabilmente anche mentre stai leggendo questo articolo) di carrozze, turisti e cavalli in moltissime città italiane in un'estate caratterizzata dal caldo intollerabile non solo per l'uomo, ma anche per gli animali: "Mi aspetto le prime conseguenze già da questa stessa settimana, dipende tutto dal ministro Speranza – spiega Maturi – Data l’evidenza della situazione e la gravità nella quale versano questi poveri animali il ministro può agire subito".