Che cos’è il guanto di crine e quali sono i benefici

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Il guanto di crine è prodotto perfetto se hai bisogno di esfoliare, riattivare la circolazione e combattere la cellulite. Sarai contenta di sapere, che esistono alternative in fibre completamente naturali e di origine vegetale. Quindi scopri come utilizzare correttamente questo rimedio, apprezzato anche dalle nonne.
Valentina Rorato 6 Luglio 2021

Stai lottando contro la cellulite o i peli incarniti? Hai mai utilizzato il guanto di crine, un prodotto che ti permette di eseguire un massaggio esfoliante in grado di apportare enormi benefici alla pelle di tutto il corpo. E soprattutto lo si può acquistare a un prezzo accessibile.

Che cos’è

Il guanto di crine è un guanto che fa parte della categoria degli esfolianti fisici, meglio conosciuti come scrub, con i quali è possibile trattare gli inestetismi cutanei di tutto il corpo, rendendolo più levigato e tonico. In particolare, il massaggio che permette di effettuare mette in moto un processo di esfoliazione con cui riattivare la circolazione sanguigna e, di conseguenza, ridurre i segni della cellulite.

Esteticamente assomiglia a un guanto da forno ed è realizzato con fibre ruvide di origine animale. Si chiama di crine perché l’originale è prodotto con i peli della criniera di cavallo, ma lo puoi trovare anche in fibre vegetali, come quelle  ricavate dalla palma nana, dalla Sisal o dall'agave sisalana.

A cosa serve

Il guanto di crine, come anticipato, ha principalmente funzione esfoliante e può dunque esserti utile per:

  • Esfoliare e ossigenare: permette di rimuovere le cellule morte, favorendo il turnover cellulare e rendendo la grana epidermica notevolmente più omogenea e levigata.
  • Stimolare la microcircolazione: funge anche da trattamento anticellulite. Le fibre del guanto stimolano la circolazione sanguigna e il drenaggio dei liquidi , riducendo sensibilmente la  pelle a “buccia d'arancia” .
  • Prevenire i peli incarniti: è un rimedio efficace anche contro i peli incarniti. Utilizzato, infatti, prima e dopo l'epilazione, contrasta l'insorgere di infezioni come la follicolite, de peli incarniti e solleva quelli già formati, preparando la pelle in previsione di una ceretta.

Come si usa

Il guanto in crine è molto facile da usare. Può essere strofinato a secco o bagnato. Puoi quindi passarlo sulla pelle asciutta, inumidendolo con un po’ di olio emolliente per un massaggio delicato, come farlo correre sul tuo corpo sotto la doccia o durante un bagno. I massaggi devono essere effettuati con movimenti circolari dall'alto verso il basso, seguendo la stessa direzione del flusso sanguigno. Dopo il trattamento di bellezza, risciacqua e rimuovi eventuali residui di pelle morta con un panno o una spugna, poi asciuga e applica una crema idratante non aggressiva. Non usarlo più di 2 o 3 volte la settimana.

Controindicazioni

Il guanto di crine è un prodotto sicuro, ma devi evitare di utilizzarlo sulle pelli sensibili e delicate, soprattutto in caso di arrossamenti. Se quando lo passi percepisci calore, interrompi immediatamente il trattamento.