Come capisco se un profumo è naturale e senza ingredienti animali?

Non è facile comprendere se il profumo che stai scegliendo sia vegano o naturale. Come lo puoi capire? Prima di tutto imparando a conoscere le certificazione, che devono essere riportate sull’etichetta, e poi escludendo alcune sostanze, che si ottengono dagli animali per migliorare o fissare la fragranza.
Valentina Rorato 13 Novembre 2020

Sono molte le persone che immaginano il profumo con un prodotto naturale e privo di ingredienti di origine animale. In realtà, da questo punto di vista i profumi sono tra i cosmetici meno “etici”. La  maggior parte, infatti, contiene ingredienti di origine animale e sebbene non siano stati necessariamente ottenuti con mezzi crudeli, la loro inclusione annulla automaticamente il profumo del suo stato vegano.  E se è vero che i prodotti naturali e rispettosi dell’ambiente sono sempre più diffusi, potresti notare che questo genere di fragranza non è così semplice da reperire.

Come riconoscere un profumo naturale e vegano

Il modo migliore per assicurarti che il tuo profumo sia cruelty-free è scegliere un prodotto che si dichiari vegano e cruelty-free e preferibilmente abbia stampato sulla confezione un  marchio registrato cruelty-free. Ancora una volta il tema delle etichette e delle certificazioni torna a essere importante.

Se hai bisogno di maggiori garanzie, chiedi una dichiarazione di posizionamento sui test sugli animali o assicurati che siano registrati presso un'organizzazione di certificazione cruelty-free. Se stai cercando un profumo che non sia solo cruelty-free, ma anche vegano, assicurati di cercare anche queste informazioni sull'etichetta. La stessa cosa vale per il biologico.

Se un marchio sceglie di non pubblicizzare i suoi ingredienti, ci sono buone probabilità che alcuni degli ingredienti nel suo accumulo siano prodotti animali o derivati ​​di qualche tipo.

Ingredienti animali nei profumi

Quali possono essere gli ingredienti animali nei profumi? In realtà sono numerosi e alcuni poco conosciuti ai più:

  • Muschio: ottenuto rimuovendo le ghiandole di un cervo muschiato maschio ed è una nota fragranza.
  • Zibetto: è  animale simile a un gatto africano. È tenuto in una piccola gabbia allo scopo di raccogliere le escrezioni per la profumeria.
  • Pietra africana: derivata dagli escrementi invecchiati dell'irace africano, un piccolo mammifero. Sebbene ottenere la pietra africana sia priva di crudeltà, gli acquirenti di profumi vegani vorranno comunque evitarla.
  • Castorueum: i  castori venivano catturati e uccisi per rimuovere le loro sacche di ricino e ottenere un profumo di muschio.
  • Ambra grigia: l'  ambra grigia è una sostanza derivata dalle secrezioni digestive del capodoglio. È ancora comunemente usata nei profumi sia sintetici sia naturali. In passato le balene venivano spesso catturate e uccise per questo scopo, ma oggi l'ambra grigia viene raccolta come rifiuto oceanico e non viene effettivamente rimossa dall'animale.
  • Kasturi: è un prodotto di secrezione del cervo maschio; proviene da una ghiandola tra la schiena del cervo e il retto. Questa ghiandola viene rimossa completamente dal cervo per essere utilizzata come fissativo nei profumi.