Come fare uno shampoo secco in casa

Un rimedio dell’ultimo minuto per avere capelli puliti e luminosi è lo shampoo secco, un prodotto senza risciacquo che va a rimuovere l’eccesso di sebo quando non puoi lavarti i capelli. Con la formula che ti proponiamo puoi provare a farlo a casa con prodotti naturali per regalare alle tue chiome un po’ di benessere senza stress.
Valentina Rorato 2 aprile 2020

Quando non puoi lavarti spesso i capelli o desideri mantenere più a lungo la piega della tua parrucchiera, puoi utilizzare lo shampoo secco. Si tratta di un prodotto in polvere che serve a rimuovere il sebo in eccesso e a rimandare lo shampoo vero e proprio di una giornata. Hai mai pensato di realizzare questo prodotto a casa? La ricetta che ti proponiamo è molto semplice e non richiede particolari abilità, se non la voglia di provare e di prendersi cura dei propri capelli con ingredienti naturali.

Shampoo secco fatto in casa

Lo shampoo secco fatto in casa è un prodotto davvero utile, che può tornarti comodo in tantissime occasioni: hai mal di schiena e non riesci a fonarti i capelli, sei incinta e il pancione ti impedisce di lavare le tue lunghe chiome tutte le volte che lo desideri o semplicemente hai fatto una sudata, hai un appuntamento a breve e sicuramente non hai il tempo di infilarti sotto la doccia. Come puoi essere in ordine e fresca? Ecco il tuo rimedio.

Ingredienti

  • 100 gr di amido di mais
  • 100 gr di bicarbonato di sodio
  • 3-5 gocce di olio essenziale di lavanda o di arancia o di menta piperita (opzionale)

Preparazione

Mescola gli ingredienti accuratamente. Se ci sono dei grumi, scioglili con il dorso di un cucchiaio. La miscela dovrebbe essere completamente in polvere quando hai finito. L'aggiunta di olio essenziale è facoltativa, ma serve a dare un po’ di profumo. E, onestamente, se non puoi lavarti i capelli, due gocce di lavanda, o se preferisci agli agrumi, daranno un tocco di freschezza in più.

Come si usa

Lo shampoo secco è molto veloce e pratico. Devi applicarlo alla radice dei tuoi capelli e poi sfregare la cute molto bene. L’obiettivo è quello di far assorbire alla polvere il sebo e l’unto che si depositato a ridosso del cuoio capelluto. Poi devi scuotere bene la testa e spazzolare abbondantemente i capelli per evitare i depositi di polvere bianca. Subito dovrebbero apparire molto più puliti e lucenti (non lucidi). È, ovvio, lavare i capelli sotto l’acqua con uno shampoo detergente non è paragonabile sia come risultato finale sia da un punto di vista igienico. Detto ciò è una soluzione pratica, per le emergenze. Questa ricetta ha anche delle proprietà benefiche per i capelli: l’amido di mais aiuta a proteggere i capelli dai raggi UV, allevia le scottature e rinforza le ciocche. Inoltre, è molto utile per contrastare la forfora

Consigli per i capelli colorati

Se hai capelli colorati dovresti aggiungere un pigmento della tonalità delle tue chiome al tuo shampoo secco. Se sono rossi, potresti optare per un cucchiaino di cannella, se sono scuri o comunque castani, l’ideale è un po’ di cacao in polvere (possibilmente puro, quindi senza zuccheri aggiunti). E i capelli chiari? In questo caso ci vuole la polvere di arrowroot, che per noi italiani è nota come fecola di maranta. È un amido che si ottiene dai rizomi di alcune piante tropicali.