Cosa potremmo fare una volta vaccinati?

Vediamo persone sedute ai bar in Isreale, mentre nel Regno Unito si comincia ad allentare le restrizioni. Tutto questo è stato possibile grazie al vaccino, ma quindi, di preciso, cosa potremo fare una volta che lo avremo ricevuto anche noi?
Dott. Albert Kasongo Medico vaccinologo
6 Aprile 2021 * ultima modifica il 06/04/2021

Lo scorso 8 marzo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) hanno pubblicato le linee guida sui comportamenti che possono adottare le persone che hanno completato il ciclo di vaccinazione nei confronti di Sars-Cov2. In particolar modo,  coloro per le quali sono già trascorse almeno 2 settimane dall’ultima iniezione prevista.

Secondo le linee guida americane, dunque, gli individui completamente vaccinati potranno far visita al chiuso e senza obbligo di mascherina ad altri soggetti vaccinati oppure a soggetti che non siano vaccinati, ma che non corrano il rischio di contrarre forme gravi di malattia. Questa raccomandazione non sarà valida in ambienti affollati o se ci si dovesse ritrovare di fronte a soggetti vulnerabili e quindi esposti a contrarre forme gravi di malattia.

Questa decisione è stata presa considerando le numerose prove a favore del fatto che il vaccino sia effettivamente molto efficace nel proteggere le persone vaccinate nei confronti del Covid-19 grave e sintomatico. Questo può essere un segnale e anche un primo banco di prova che potrà darci delle informazioni essenziali nel determinare se le misure messe in atto fino ad ora siano davvero utili a contrastare la situazione sanitaria globale e ci permettano di poter tornare alla vita per come la ricordavamo.

Ma quindi noi, in Italia, cosa potremo fare una volta vaccinati?

Ad oggi, niente di diverso da quello che abbiamo fatto fino ad ora e cioè mantenere i distanziamenti, utilizzare le mascherine e rispettare le restrizioni del Governo. È comprensibile la frustrazione che deriva da una situazione che ci trasciniamo ormai da un anno, ma solo risolvendo questa emergenza sanitaria potremo tornare alla normalità. Non è facile prendere decisioni quando vi sono in ballo milioni di vite e raccomandazioni come queste avvengono solo in seguito a un’attenta analisi di risultati e prove tangibili, frutto di studi approfonditi e accurati. Il cammino verso l’uscita da questa pandemia non è ancora giunto al termine ma siamo in dirittura d’arrivo

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ha maturato esperienza in numerosi ambiti collaborando con diverse altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.