Dalle cipolle ai semi di lino: cosa portare in tavola per rinforzare le pareti di vene e arterie

Non solo alimenti ricchi di vitamina C, ma anche cipolle, semi di lino e olio extra vergine di oliva. Per rendere le pareti di vene, arterie e capillari più forti puoi fare una buona prevenzione anche a tavola.
Gaia Cortese 9 Novembre 2021

Vene, arterie e capillari. Per garantire il corretto funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio è indispensabile che il sistema in cui circola il sangue, sia in condizioni perfette. Cuore e polmoni sono importanti, anzi vitali, ma nono per questo il sistema arterioso e quello venoso possono passare in secondo piano. Anzi.

Nel corpo umano le arterie sono dei tubicini formati da tessuto elastico e fibre muscolari che ricevono sangue dal cuore; via via si ramificano in vasi sanguigni più sottili fino a divenire arteriole dal diametro molto piccolo (0,2 mm) attraverso le quali il sangue viene convogliato all’interno dei capillari, tubicini dalla parete ancora più sottile e permeabile. I capillari convogliano poi il sangue verso altri piccoli vasi sanguigni, le venule, che convergono a formare le vene che riportano il sangue al cuore. È chiaro che affinché la circolazione del sangue e le principali funzioni dell’apparato cardiovascolare siano sempre efficienti, è indispensabile condurre uno stile di vita sano fatto in realtà di poche regole come evitare di fumare, di bere alcolici, di mangiare cibo spazzatura e di condurre una vita sedentaria.

Pareti dei vasi deboli: quali i rischi

Uno stile di vita salutare permette di ridurre il rischio di avere problemi e disturbi che ostacolino le funzioni dell'apparato circolatorio. Basti pensare per esempio che una patologia come l'aterosclerosi, può portare a un restringimento a ad una lesione di un'arteria, pregiudicando il flusso di sangue lungo il tratto dell’arteria affetta. Allo stesso modo è fondamentale assicurarsi che anche le vene godano di buona salute, soprattutto quelle presenti nella parte inferiore del corpo, dal momento che hanno il compito di restituire il sangue deossigenato al cuore, contrastando la forza di gravità. Se le pareti delle vene sono deboli, vanno a influire negativamente sulla vasocostrizione e pertanto il sangue non fluirà verso il cuore in modo adeguato.

Insomma, mantenere arterie, vene e capillari in salute è essenziale per prevenire diversi disturbi di circolazione; la buona notizia è che è possibile rinforzare il sistema di circolazione del sangue, non solo attraverso la pratica di buone abitudini nella vita, ma anche attraverso l’alimentazione.

Alimenti nemici dei vasi sanguigni

Partiamo subito dall’idea di dover eliminare alcuni alimenti responsabili dell’aumento dei livelli di colesterolo LDL ( o "cattivo") come ad esempio: gli zuccheri, i grassi saturi e i grassi trans (presenti soprattutto nei prodotti lattiero-caseari, nella carne derivata dai ruminanti, negli snack dolci e salati di produzione industriale), gli alimenti troppo raffinati e il cibo spazzatura. Il rischio di soffrire di una malattia cardiovascolare, infatti, aumenta significativamente con il consumo di questi prodotti alimentari. Vediamo invece quali sono gli alimenti alleati di vene e arterie, che possono aiutare a rendere più robuste ed elastiche le pareti.

Alimenti alleati dei vasi sanguigni

Semi di lino

Prodotti dalla pianta del Linum usitatissimum, i semi di lino sono dei veri e propri alleati della salute cardiovascolare. Sono ricchi di fibre, grassi sani, vitamine e sali minerali, tra cui calcio e magnesio. Non sono solo molto nutrienti, ma possono aiutare a prevenire la formazione di placche lungo le pareti delle arterie: i semi di lino contengono un fitoestrogeno antiossidante (secoisolariciresinolo diglucoside o SDG), che ha una funzione anti-infiammatoria e ipocolesterolemizzante e le cui proprietà contrastano l'ispessimento delle arterie.

Broccoli

I broccoli, come altre verdure crocifere (cavolo romanesco, cavolo rosso e cavolfiori) possono aiutare a ridurre le possibilità di sviluppare arterie ostruite perché prevendono l'indurimento delle arterie nell'aterosclerosi. Non solo favoriscono la salute cardiovascolare ma, grazie al loro contenuto di vitamina K, grazie alla vitamina K, facilitano anche la buona coagulabilità del sangue.

Olio di oliva

Altro alleato contro l'aterosclerosi è l'olio di oliva. Consumarne quotidianamente un cucchiaio da tavola (circa 30 ml) può migliorare significativamente la funzione dei vasi sanguigni e ridurre i marcatori infiammatori correlati all'indurimento delle arterie. Questa azione è dovuta all'elevato contenuto di composti polifenolici, che di norma sono maggiormente presenti negli oli meno raffinati.

Cipolle

Prevengono l'infiammazione dei vasi sanguigni, inibiscono l'aggregazione delle piastrine nel sangue e aumentano la disponibilità di ossido nitrico: sono i composti di zolfo presenti nelle cipolle che aiutano a proteggersi dal rischio di essere affetti da aterosclerosi e a migliorare la salute delle arterie. Non solo. Le cipolle contengono allicina, una molecola in grado di abbassare la pressione e di contrastare l'aggregazione delle piastrine.

Mirtilli

Mirtilli, fragole, lamponi e more sono tutti frutti di bosco in grado di ridurre gli stati infiammatori, oltre ad essere dei toccasana per il cuore. In particolare i mirtilli sono particolarmente ricchi di sostanze chiamate antocianosidi, che svolgono un’azione protettiva dei vasi sanguigni, nello specifico i vasi che irrorano la retina, ecco perché è risaputo che questi frutti di bosco fanno bene alla vista. Oltretutto i mirtilli sono ricchi di sali minerali e di vitamina A e C, fondamentali nella cura dei più comuni disturbi circolatori.