Di’ addio alla puzza di cavolo: cucinare broccoli e cavolfiori senza odore è possibile

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
Nutrienti, salutari e gustose: le crocifere (broccoli&co) sono deliziose, ma lasciano uno sgradevole aroma in cucina. Ecco i trucchi naturali per attenuarlo!
Sara Polotti 6 Febbraio 2022

I broccoli, i cavolfiori, il cavolo nero, il cavolo, la verza, i cavoletti di Bruxelles (tanto odiati durante l'infanzia e adorati in età adulta, vero?)… Se ami questi ortaggi, saprai che cuocerli in casa comporta una puzza non da poco. Il loro odore è piuttosto sgradevole e persistente, ma c'è una buona notizia: ci sono piccoli trucchi che puoi adottare per attenuare questo odoraccio, gustandoti così le tue crocifere preferite senza pensare alla puzza che potrebbe restare negli ambienti di casa e assicurandoti così le proprietà nutritive che portano con sé. I broccoli, i cavolfiori e compagnia bella, infatti, sono ricchissimi di vitamine e sali minerali e hanno un'azione antiossidante sull'organismo e i tessuti.

Ecco qualche consiglio naturale per attenuare l'odore dei cavoli quando li cucini bolliti, al vapore o secondo la tua ricetta preferita (tenendo comunque le finestre leggermente aperte!).

3 trucchi per attenuare la puzza di cavolo

La mollica del pane

Se hai in casa una pagnotta con tanta mollica, approfittane: appoggiane una fetta spessa accanto all'uscita del vapore di cottura dei broccoli o dei cavoli. In questo modo, il pane assorbirà l'aroma attenuando di molto quello che andrà a diffondersi in cucina e nel resto dell'abitazione.

Il limone

Il succo del limone è utile per due motivi: prima di tutto, manterrà il colore brillante delle verdure, che non lo perderanno tutto in cottura; e in secondo luogo assorbirà l'odore sgradevole dei cavoli direttamente in acqua.

Se stai bollendo le verdure, quindi, taglia a spicchi un limone bio non trattato e inserisci le fette nell'acqua.

L'aceto

L'ultimo consiglio della nonna prevede l'utilizzo dell‘aceto di mele. A quanto pare, versarne un cucchiaio nell'acqua di cottura aiuta a ridurre la puzza di cavolfiore. Versalo però solo se ti piace l'aceto, perché il sapore si sentirà nel piatto!

Se non lo gradisci, unisci il trucco della mollica con quest'ultimo, versando il cucchiaio di aceto direttamente sulla mollica di pane che posizionerai vicino al vapore di cottura per "catturare" le molecole in uscita dalla pentola.