“Dobbiamo cambiare linguaggio”, Emma Bonino interviene alla maratona di Stopglobalwarming.eu per la Carbon Tax

L’iniziativa Stopglobalwarming.eu, promossa da Eumans! di Marco Cappato, vuole proporre all’Unione Europea di tassare le aziende che producono troppa CO2. Oggi porterà avanti una maratona streaming di 12 ore per sensibilizzare i cittadini e i leader degli Stati membri ad aderire alla campagna. Parteciperanno anche personaggi famosi come Giulia Innocenzi e Giobbe Covatta.
Giulia Dallagiovanna 23 settembre 2020

"Il discorso sullo stato dell'Unione tenuto da Ursula van der Leyen, presidente della Commissione Europea, è rimasto, a mio avviso, piuttosto vago su alcuni punti fondamentali e uno di questo è lo sviluppo sostenibile". Emma Bonino, senatrice di +Europa ed ex commissario europeo per gli Aiuti Umanitari, interviene in modo chiaro nella maratona streaming di 12 ore organizzata da Eumans! dal titolo "HEY EU, TAX CO2".

Gli scopi principali di questo lungo appuntamento sono due: il primo è quello di proseguire la raccolta firme per l'iniziativa Stopglobalwarming.eu, che mira a chiedere all'Unione Europa di tassare le aziende che producono troppa CO2 e ridurre invece la pressione fiscale sui lavoratori. In secondo luogo invece si vuole provare a sensibilizzare i leader degli Stati membri che si riuniranno in un vertice il prossimo 28 settembre affinché aderiscano alla campagna.

Stopglobalwarming nasce dall'idea di 27 premi Nobel, ma è una cosiddetta ICE, iniziativa di cittadini europei, che se raggiungerà l'obiettivo prefissato di 1 milione di firme dovrà venire discussa per legge dalla Commissione europea.

Emma Bonino ha però posto all'attenzione degli altri partecipanti alcune questioni da non sottovalutare. Ha spiegato, prima di tutto, quanto sia difficile comunicare il concetto di carbon princing e carbon tax al di fuori di determinati ambienti che hanno a cuore il problema e sono dunque informati sulle possibili soluzioni che si possono adottare. "Se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo – ha detto – dobbiamo ricorrere a un linguaggio più comprensibile".

Non è facile spiegare perché sia importante tassare le emissioni di CO2

Non è facile insomma far arrivare il concetto di inquinamento e cambiamento climatico quando ancora sembra che tutto sommato vada tutto bene. Quando ancora consideriamo le calamità naturali come fenomeni isolati e guardiamo al fumo delle fabbriche come un male necessario per continuare a lavorare e a godere del benessere dei Paesi industrializzati.

"Il secondo problema è riguarda invece la raccolta delle firme. Non è semplice convincere le persone a compiere questo passo", ha concluso. Eppure Stopglobalwarming sembra stia andando avanti, avendo già raggiunto la soglia delle 40mila firme, con il contributo di scienziati, esperti, politici, ma anche personaggi famosi come Giobbe Covatta e Giulia Innocenzi, che prenderanno parte alla maratona. Testimonial d'eccezione di tutta l'iniziativa è invece Nina Zilli.

Se vuoi seguire la maratona che si concluderà in serata, puoi andare direttamente sul sito di Stopglobalwarming.eu. Da lì, se lo vorrai, potrai anche decidere di aderire alla campagna con una tua firma.