Ecco 7 frutti che hanno davvero poche calorie

Anguria e melone, agrumi e albicocche, fragole e kiwi. Sono tutti frutti che hanno una cosa in comune: sono ipocalorici. Per cento grammi di prodotto apportano dalle 30 alle 50 kilocalorie, caratteristica che ne fa la frutta ideale per chi è “a stecchetto” con la dieta dimagrante.
Gaia Cortese 10 agosto 2019

Contiene fibre, vitamine, minerali e tra l’80 e il 90 per cento di acqua. Non c’è niente di più salutare della frutta inserita nelle tua alimentazione quotidiana. Certo, come ogni cosa, non si può abusarne, soprattutto se si sta seguendo un regime dietetico. Di alcuni frutti, infatti, potresti non conoscere esattamente l’apporto calorico e potresti così ritrovarti a mangiare 100 grammi di cocco senza sapere che l’apporto calorico corrisponde a un krapfen ricoperto di zucchero a velo.

Ad ogni modo, le calorie della frutta provengono quasi esclusivamente dallo zucchero che contiene, ossia il fruttosio. Fortunatamente la presenza delle fibre nella frutta riduce la velocità con cui lo zucchero viene assorbito dall’organismo, e anche le calorie introdotte con la frutta vengono utilizzate, e quindi bruciate, con più facilità. E poi ci sono frutti che, al contrario di banane, cocco e avocado, hanno decisamente poche calorie: in pratica con fragole, agrumi e kiwi non puoi sbagliare!

I 7 frutti che hanno davvero poche calorie

Limoni

Cento 100 grammi di limone apportano 29 calorie. Non è raro infatti trovare questo agrume inserito in molte diete, per merito delle sue proprietà detossinanti e drenanti. Ricco di vitamina C, vitamine del gruppo B e vitamina E, il limone aiuta la digestione e migliora l'attività di un organo importante come il fegato. Ha una quota davvero insignificante di grassi, è costituito per lo più da acqua (90 grammi su 100) e ha un indice glicemico molto basso.

Anguria

Cento grammi di anguria apportano 30 calorie. Anche in questo caso, l'anguria è un frutto costituito per il 95% dall'acqua, e oltretutto ha un elevato potere saziante, aspetto che ne fa un ottimo alleato per chi è a stretto regime dietetico. L'anguria ha diversi tipi di antiossidanti come il beta-carotene, precursore della vitamina A, e come il licopene (lo stesso contenuto dal pomodoro), a cui deve il suo caratteristico colore rosso. È poi anche una fonte importante di minerali, in particolare potassio, fosforo e magnesio.

Fragole

Cento grammi di fragole apportano invece 33 calorie, purché non le accompagni con della panna montata! Tra i frutti estivi le fragole sono quelle con un contenuto maggiore di vitamina C (58 mg in 100 grammi di prodotto), ma contengono anche un'alta quantità di folati, indispensabili per la donna in dolce attesa, in particolare nel primo trimestre di gravidanza, minerali come potassio, fosforo e manganese e una buona quantità di fibre.

Arance

Le arance apportano 34 calorie ogni 100 grammi. Composte principalmente da acqua e carboidrati, questi agrumi rappresentano una buona fonte di fibre, in particolare pectina, cellulosa, emicellulosa e lignina, e hanno un basso indice glicemico. Un'arancia di grandi dimensioni è in grado di fornire oltre il 100% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C. Le arance sono anche fonte di altre vitamine come la tiamina (B1) essenziale per la funzione cardiaca, muscolare e nervosa, e l'acido folico (B9) fondamentale per la funzione cellulare e lo sviluppo dei tessuti.

Melone

Cento grammi di melone apportano solo 34 calorie. Come l'anguria, questo frutto tipicamente estivo è molto ricco di acqua, ha un potere saziante ed è molto diuretico, pertanto ottimo come alleato per depurare l'organismo. In estate permette di reintegrare i sali minerali persi a causa della sudorazione e, grazie al suo alto contenuto di beta-carotene, permette di abbronzarsi con più facilità una volta che ci si espone al sole.

Kiwi

Disponibile tutto l'anno, il kiwi è un frutto dalle mille proprietà, ma soprattutto apporta solo 40 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Fiore all'occhiello di questo frutto è la polpa, costituita da circa il 3% di fibre, sia insolubili che solubili. Una volta giunta nel colon, la fibra permette la crescita di batteri benefici, riducendo il rischio di sviluppare il tumore del colon-retto e proteggendoti contro le infezioni. Un’adeguata assunzione di fibre aumenta il senso di sazietà, migliora il transito intestinale e riduce l’assorbimento di zuccheri semplici e di grassi.

Albicocche

Cento grammi di albicocche apportano 48 calorie. Ricche di potassio e di vitamine C ed E, le albicocche hanno anche un alto contenuto di antiossidanti che promuovono la salute cardiovascolare e proteggono l'organismo dall'azione nociva dei radicali liberi. La colorazione di questo frutto è dovuta al beta-carotene, antiossidante e precursore della vitamina A fondamentale per la salute degli occhi e per la crescita cellulare. Le albicocche sono ideali per uno spuntino estivo: non solo saziano facilmente, ma stimolano anche la produzione di melanina, responsabile dell’abbronzatura che protegge la pelle dai raggi solari.