Il giardinaggio in gravidanza è sicuro? Ecco a cosa dovresti fare attenzione

Occuparsi del proprio orto e giardino è uno degli hobby che possono aiutare ad affrontare il periodo della gravidanza con maggiore serenità. Per le donne incinte, però, il giardinaggio nasconde anche delle insidie che possono comportare dei rischi per il nascituro, come la toxoplasmosi o alcune sostanze tossiche: vediamo come evitarle e quali sono le regole per assecondare il proprio pollice verde in tutta sicurezza anche quando si aspetta un bambino.
Dott. Albert Kasongo Medico vaccinologo
31 Agosto 2021 * ultima modifica il 31/08/2021

La gravidanza, si sa, è il periodo più delicato della vita di una donna e anche quello in cui è più fragile e più esposta a rischi, per sé e per il nascituro. Fra i vari hobby che possono aiutare ad affrontare meglio questo periodo c’è senza dubbio il giardinaggio. Bisogna però fare molta attenzione a praticarlo perché si potrebbero nascondere delle insidie. Vediamo insieme a cosa fare attenzione.

Giardinaggio in gravidanza

Malattie

Senza ombra di dubbio, la patologia a cui prestare maggiormente attenzione è rappresentata dalla toxoplasmosi. Questa è una malattia parassitaria trasmessa soprattutto dai gatti randagi oltre che dal consumo di carne cruda o di vegetali non accuratamente lavati e contaminati da feci infette. Nelle donne incinte si può verificare la trasmissione verticale dell’infezione (mamma-feto) che può portare all'insorgenza di numerose lesioni ai danni del nascituro a livello di cervello, occhi, cuore, fegato, milza e altri, potendo condurre addirittura alla morte del feto (aborto). C’è da sottolineare che nel primo trimestre il rischio di aborto è elevato.

Sostanze tossiche

Un’attenzione particolare va rivolta al glifosato, l’erbicida più usato al mondo, che può provocare danni al feto. Secondo alcuni studi un’esposizione al glifosato può portare a malformazioni e problemi ormonali che incidono sulla qualità della vita e sullo sviluppo del nascituro in quanto risulta essere un interferente endocrino. A questo si aggiungono altre sostanze utilizzate per allontanare i parassiti o per trattare le piante.

Quindi, in definitiva, si può fare giardinaggio in gravidanza? La risposta è si! A patto però che si rispettino un po’ di norme di prevenzione:

  1. lavarsi sempre bene le mani
  2. lavare sempre accuratamente eventuali cibi raccolti
  3. rimanere in luoghi chiusi, lontano da zone dove vengono sparsi diserbanti fino a completa asciugatura degli stessi
  4. indossare indumenti lunghi, guanti e mascherina
  5. evitare contatti troppo ravvicinati con i gatti randagi
Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ha maturato esperienza in numerosi ambiti collaborando con diverse altro…
Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.