Nelle Filippine la Baia di Manila torna a splendere: acqua limpida e spiagge senza più rifiuti

La baia di Manila torna finalmente a splendere dopo anni di tonnellate di rifiuti e preoccupazioni per gli abitanti del posto. Il piano di pulizia nelle Filippine non finisce qui e durerà altri anni.
Alessandro Artuso 26 marzo 2020

L'inquinamento causato dalla plastica e da altri rifiuti sai bene che è un problema non solo per noi cittadini, ma anche per gli animali. Per fortuna sulla spiaggia di Manila Bay, nelle Filippine, le acque stanno lentamente tornando al colore blu. Non si attendeva altro e per fortuna è arrivata la notizia tanto sperata. Sono stati eliminati del tutto i rifiuti che per anni hanno galleggiato nella baia.

Prima del Coronavirus

Il video pubblicato da Greenpeace International è una prova di quanto dichiarato. Nel 2018 la costa di Manila fu fortemente inquinata da milioni di tonnellate di rifiuti non differenziati lasciati in mare. C'è voluto tanto tempo per iniziare la bonifica del territorio e quindi raccogliere tutta quel materiale altamente inquinante.

E ora

Come si vede dalle immagini di un utente la pulizia della costa, che ha coinvolto migliaia di volontari e camion di rifiuti, è servita per rendere vivibile la spiaggia di Manila. Il provvedimento è arrivato dopo problemi di carattere legale che si sono susseguiti negli anni e che non hanno risolto subito il problema.

La denuncia, infatti, avvenne nel 2008 con gli abitanti del posto che accusarono lo Stato di non prendersi cura della zona: adesso tutto si è risolto, si spera. Intanto le operazioni di bonifica in altre zone del Paese non si fermano e proseguiranno fino al 2022: a dichiararlo è stato il Dipartimento dell'Ambiente e delle risorse naturali.