La sfilata ambientalista e cruelty free di Stella McCartney: “Rispettiamo gli animali e l’ambiente”

I capi realizzati dalla stilista Stella McCartney sono assolutamente ecologici: la figlia del cantante dei Beatles attacca i grandi marchi e chiede il rispetto per animali e ambiente.
Alessandro Artuso 5 Marzo 2020

Il mondo della moda rappresentato da Stella McCartney chiede di rispettare i diritti degli animali. La stilista, figlia del cantante del Beatles Paul McCartney, ha organizzato una sfilata a Parigi per presentare la sua ultima collezione durante la quale sono scesi in passerella modelli travestiti da animali di stoffa. Persone travestite da mucche, cavalli, ma anche coccodrilli e volpi per sensibilizzare sul rispetto degli animali. Una forte critica contro i marchi che utilizzano tessuti di origine animale.

Le collezioni

Gli accessori e i vestiti creati da Stella McCartney non sono prodotti con materiale testato sugli animali (sono quindi cruelty-free): la realizzazione delle sue pellicce avviene con prodotti ecologici. Intanto si guarda oltre e si pensa già a come sfruttare la plastica riciclata. L'idea è quella di creare abiti di qualità e allo stesso tempo venderli, sempre nel rispetto degli animali.

La stilista ha deciso di lanciare la collezione 2020 con vestiti floreali, capi di alta qualità. Veicolare i giusti messaggi andando oltre il significato di una sfilata come quella parigina: non toccare gli animali e rispettare l'ambiente.