Le verdure surgelate sono nutrienti come quelle fresche?

Sei convinto che le verdure fresche siano sempre superiori rispetto a quelle surgelate? Quello che sto per dirti potrebbe sorprenderti! Se hai difficoltà a preparane abbastanza da arrivare alle famose cinque porzioni al giorno di frutta e verdura, i surgelati sono una buona soluzione. E a volte può essere addirittura meglio prendere le verdure dal freezer che dal frigorifero.
Dott.ssa Silvia Soligon Biologa nutrizionista
1 Marzo 2021 * ultima modifica il 01/03/2021

Ci sono consigli che ci vengono ripetuti come fossero mantra della nutrizione. A onor del vero, non tutti hanno la stessa validità. Se dovessi sceglierne uno per cui essere disposta a mettere la mano sul fuoco non avrei alcun dubbio: “mangia almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura”. Ammetto, però, che rispettare questo sano principio può sembrare impegnativo. Mettiamo da parte la faccenda “gusti”, complicata da gestire negli adulti tanto quanti nei bambini. Purtroppo anche chi non disdegna un bel piatto di verdure a volte si trova di fronte alla difficoltà nel gestire le tempistiche della preparazione. Meglio rinunciare a raggiungere l’obiettivo dei 5-a-day o ripiegare su quelle surgelate?

I nutrienti nelle verdure fresche

Anche da questo punto di vista metterò da parte la questione “gusti”. A chi mi dice che no, le verdure surgelate non gli piacciono e a casa sua entrano solo verdure fresche, non mi resta che raccomandargli di fare attenzione a che siano fresche davvero. In caso contrario, potrebbero contenere addirittura meno nutrienti rispetto a quelle surgelate.

I nutrienti di cui sto parlando sono in particolare le vitamine e i minerali. Insieme alle fibre, si tratta delle molecole per cui vale la pena di avere un’alimentazione ricca di frutta e verdura. E a questo punto potrei citarti un altro mantra dell’alimentazione per cui sarei disposta a mettere la mano sul fuoco: "mangia tanta verdura di colori diversi". Non è, infatti, una leggenda: diversi colori corrispondono a una maggiore concentrazione di diversi nutrienti. Probabilmente avrai già sentito dire che mangiare verdura arancione ti permette di fare il pieno di vitamina A. Vuoi un altro esempio? Le verdure a foglia verde sono fonti di vitamina B9. Vogliamo invece parlare di minerali? Il magnesio abbonda proprio nelle verdure a foglia verde.

C’è poi un altro mantra, quello secondo cui “la verdura è sempre meglio mangiarla cruda”. Su questo metterei meno la mano sul fuoco. È vero, la cottura può ridurre significativamente i livelli di alcuni nutrienti, come la vitamina C. Ma sapevi che molta della vitamina C che c’è, per esempio, nei tuoi peperoni crudi svanisce mentre li conservi in frigorifero? Per questo ti consiglio di non badare solo alla cottura, ma anche alla conservazione delle tue verdure.

Verdure fresche: dove le compri?

A fare la differenza potrebbe essere anche dove compri le tue verdure “fresche”. Al supermercato? Oppure al mercato di Coldiretti? La differenza potrebbe essere sostanziale se la verdura che trovi nel reparto ortofrutta del supermercato è stata raccolta diversi giorni prima, magari prima di essere davvero pronta per il consumo, per poi viaggiare chilometri e chilometri prima di essere messa in vendita. In una situazione del genere è molto probabile che i nutrienti presenti al suo interno siano molti meno di quelli nella verdura acquistata dal contadino che l’ha raccolta poco prima di portarla al mercato.

Non ti sto dicendo che piuttosto che comprarla al supermercato sia meglio non mangiare verdura. Voglio solo invitarti a ragionare su questo aspetto per rassicurarti sul fatto che quando decidi di prepararti degli spinaci surgelati non stai necessariamente mettendo nel tuo piatto un cibo peggiore rispetto a quando compri degli spinaci “freschi”. In più, per quanto ti ho detto poco fa, dovresti considerare quanto tempo passa tra quando li compri e quando li mangi. Nel frattempo, anche se li hai conservati in frigorifero, i tuoi spinaci “freschi” potrebbero aver perso diversi dei loro nutrienti. A conti fatti, le verdure surgelate possono essere anche più nutrienti rispetto a certe verdure “fresche”.

I nutrienti nelle verdure surgelate

Infatti anche se possono perdere qualche nutriente, quando vengono confrontate con la verdura fresca a qualche giorno di distanza dal suo acquisto, le verdure surgelate possono contenere più vitamine e minerali. Merito della tecnica di conservazione. “Surgelate” è ben diverso dal semplice “congelare”: permette di conservare le verdure senza danneggiarle e limita la perdita dei nutrienti.

Fra le vitamine, quelle che si perdono in una quota maggiore sono quelle idrosolubili, come la vitamina C. Devi però considerare che la vitamina C è uno di quei nutrienti che perdi rapidamente anche conservando la tua verdura in frigorifero e cucinandola. Insomma, una volta nel piatto la differenza tra gli spinaci surgelati e quelli freschi finisce per annullarsi.

Vitamine liposolubili, come la A e la E, si conservano invece bene nelle verdure surgelate, che da questo punto di vista non hanno nulla da invidiare a quelle fresche.

Ti invito, quindi, a sfruttare anche i surgelati se ti servono a raggiungere l’obiettivo delle cinque porzioni al giorno di frutta e verdura. Se non hai modo di avere sempre a disposizione verdure davvero fresche – perché non puoi andarle a comprare dal contadino un giorno sì e l’altro pure – usarli potrebbe addirittura essere vantaggioso.

Laureata in Scienze Biologiche con un dottorato in Scienze Genetiche e Biomolecolari, ha lavorato nel campo della ricerca fino al 2009 altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.