Neuroma di Morton: quel dolore pungente che colpisce il piede

Il neuroma di Morton è un’infiammazione benigna o non cancerosa del tessuto nervoso che si sviluppa nel piede, di solito tra il terzo e il quarto dito. È una condizione comune, soprattutto tra le donne, e dolorosa.
Valentina Rorato 21 Dicembre 2021
* ultima modifica il 27/02/2022

Il neuroma di Morton, detto anche metatarsalgia di Morton, è il punto dolente in cui un nervo del piede è irritato o danneggiato. Si tratta di una patologia degenerativa di un nervo plantare e molto spesso i sintomi possono essere alleviati con piccole accortezze, come evitare scarpe strette o tacchi alti.  Questa metatarsalgia è molto frequente e colpisce prevalentemente le donne

Neuroma di Morton

Che cos’è

Il neuroma di Morton è una condizione dolorosa che colpisce la pianta del piede, più comunemente l'area tra il terzo e il quarto dito. L’effetto è quello di un sassolino in una scarpa o di un calzino piegato, che causa un male pungente. Può causare un ispessimento del tessuto attorno a uno dei nervi che portano alle dita dei piedi.

Fai molta attenzione alle scarpe, quelle col tacco alto o strette sono state collegate allo sviluppo del neuroma. Molte persone provano sollievo passando a modelli con il tacco più basso e punte più larghe. A volte possono essere necessarie iniezioni di corticosteroidi o interventi chirurgici.

Sintomi

I sintomi del neuroma di Morton sono:

  • Dolore
  • Bruciore alla pianta del piede che può irradiarsi fino alle dita
  • Formicolio o intorpidimento alle dita dei piedi

Cause

La causa del neuroma di Morton è principalmente una risposta a irritazione, pressione o lesioni a uno dei nervi che portano alle dita. Esistono dei fattori di rischio:

  • Tacchi alti. Indossare scarpe con tacco alto o scarpe strette o che non ti calzino bene può esercitare una pressione extra sulle dita dei piedi e sulla pianta del piede.
  • Alcuni sport. La partecipazione ad attività atletiche ad alto impatto come il jogging o la corsa può sottoporre i piedi a traumi ripetitivi.
  • Deformità del piede. Le persone che hanno borsiti, dita a martello, archi alti o piedi piatti hanno un rischio maggiore di sviluppare il neuroma di Morton.

Diagnosi

La diagnosi del neuroma di Morton si basa prima su un esame obiettivo e poi su una serie di esami, come raggi x, per escludere potenziali fratture, ultrasuoni e risonanza magnetica.

Cura

La cura dipende dalla gravità dei sintomi. Il medico probabilmente consiglierà di provare prima gli approcci conservativi. È probabile quindi che ti venga chiesto di cambiare scarpe usando dei supporti per arco plantare e dei cuscinetti metatarsali che si adattano all'interno della scarpa e aiutano a ridurre la pressione sul nervo

Un altro approccio sono le iniezioni di steroidi nella zona dolorante. Se tutto questo non dovesse bastare si passa alla via chirurgica: è possibile alleviare la pressione sul nervo tagliando le strutture vicine, come il legamento che lega insieme alcune delle ossa nella parte anteriore del piede. Altrimenti è possibile procedere con la rimozione del nervo. Sebbene l'intervento chirurgico di solito abbia successo, la procedura può provocare intorpidimento permanente delle dita dei piedi colpite.

Fonte | MaterDomini

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.