“Non è solo colpa della plastica!” Un team di esperti ci ricorda di fare attenzione anche alle altre minacce

La plastica è un grosso problema, lo sai bene. Smaltirla prevede un processo molto lungo. Ma un team di esperti ha deciso di mettere nero su bianco il loro pensiero, ricordandoti di non concentrare le tue preoccupazioni solo su questo prodotto, perché le vere minacce per il nostro pianeta sono anche altre. Quali? La perdita della biodiversità e il cambiamento climatico, per esempio.
Francesco Li Volti 21 Novembre 2020

Un team di importanti esperti ambientali dell'Università di Nottingham ha avvertito che l'attuale guerra alla plastica sta sminuendo le altre gravi, gravissime minacce per l'ambiente.

In un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Wiley Interdisciplinary Reviews (WIREs) Water, i 13 esperti affermano che i rifiuti di plastica sono sì un problema, ma la loro importanza sta oscurando minacce maggiori come, ad esempio, il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità.

In sostanza sostengono che l'avversione alla plastica potrebbe incoraggiare l'uso di materiali alternativi con effetti dannosi potenzialmente maggiori.

Gli autori di questa lettera affermano che l'inquinamento da plastica domina la preoccupazione del pubblico per l'ambiente ed è stato sfruttato politicamente, dopo aver catturato l'attenzione del mondo, ad esempio attraverso immagini emotive di animali selvatici catturati nei rifiuti di plastica e titoli allarmistici.

La perdita della biodiversità, il cambiamento climatico con le sue terribili conseguenze. Queste sono solo alcune delle minacce che stanno sconvolgendo il nostro pianeta

L'articolo evidenzia inoltre che le plastiche non sono l'unico tipo di materiale inquinante proveniente dall'attività umana che contamina l'ambiente. Alcuni esempi possono essere le fibre tessili naturali come il cotone e la lana o le particelle di usura dei freni dei veicoli, tutte presenti in luoghi diversi, dove possono avere effetti ambientali disastrosi. Gli impatti eco-tossicologici di alcuni di questi materiali sono meno noti dell'inquinamento da plastica e microplastica, ma potrebbero avere conseguenze significative.

Gli autori concludono che dovrebbe essere adottato un approccio scientifico comportamentale per valutare la relazione della società con gli articoli monouso e la cultura usa e getta, per rivedere la cattiva gestione dei rifiuti.