Sapevi che esiste un panda rosso? Scopri dove vive il “parente” del panda gigante e perché rischia l’estinzione

Considerato un lontano parente del grande mammifero bianco e nero più simile a un orso, il panda rosso o panda minore in realtà ha delle dimensioni più vicine a quelle di un gatto domestico, ma si tratta di un animale unico nel suo genere. Lo si può trovare in Asia, ma in un habitat particolare: scopri quali sono le sue abitudini, il suo carattere e quali sono le iniziative in atto per proteggerlo dall’estinzione.
Alessandro Bai 14 Giugno 2021

Il panda rosso ha un nome che potrebbe ingannarti: si tratta di un piccolo mammifero, conosciuto anche come panda minoreAilurus Fulgens, che vive tra Cina, India e altri stati dell'Asia, e che per aspetto ha davvero poco a che fare con il panda gigante, quell'animale più simile a un orso e dal mantello bianco e nero di cui anche tu avrai sentito parlare molte volte. Pur essendo un suo lontano parente, il panda rosso ha caratteristiche diverse, a partire dalle dimensioni, ed è oggi l'unico rappresentante ancora in vita della famiglia Ailuridae (o degli Ailuridi), ma non si sa per quanto: delle due specie esistenti, infatti, ne rimangono oggi circa 2.500 esemplari, un numero esiguo che rende la lista a rischio estinzione, come confermato anche dal suo inserimento nella "lista rossa" dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn).

Fortunatamente, per evitare di vedere estinto questo animale unico, il Red Panda Network sta lavorando per sensibilizzare le popolazioni locali che “convivono” con il panda rosso e che probabilmente non conoscono il pericolo che sta correndo.

Caratteristiche e curiosità

Il panda rosso (Ailurus Fulgens) ha le dimensioni di un gatto domestico, con una folta coda che può raggiungere anche i 50 centimetri di lunghezza e che lo aiuta a ripararsi dal freddo. L'aspetto di questo mammifero, chiamato anche panda minore, è davvero unico nel suo genere: sembra un po' volpe, un po' procione, ma con qualche caratteristica simile a quella del panda gigante. Esclusa la coda, che oltre a proteggerlo dalle temperature più rigide serve soprattutto per rimanere in equilibrio mentre passeggia sui rami degli alberi, è lungo circa 55 centimetri, e solo in rari casi supera i 60.

Anche la pelliccia del panda rosso è soffice e fitta. Il colore, come potrai immaginare dal suo nome, è rossiccio, ma sul suo muso si forma una specie di mascherina bianca che gli conferisce un aspetto molto tenero. Nonostante questo look che invoglierebbe ad abbracciarlo, ti sto parlando di un animale dal carattere piuttosto schivo, che preferisce stare in solitudine e sceglie le ore notturne per andare a caccia, trascorrendo il giorno al riparo sulla sua tana costruita sugli alberi, dove dorme anche diverse ore.

I cuccioli del panda minore nascono solitamente tra giugno e luglio, dopo l'accoppiamento avvenuto nei primi mesi dell'anno e diventano adulti dopo 2 anni.

panda-rosso-in-piedi
Una delle immagini più divertenti che vedrai del panda rosso, in piedi mentre alza una zampa per chiedere cibo.

Dove vive e cosa mangia

Il panda rosso vive soprattutto nelle foreste dell’Himalaya, in un’area compresa tra Cina e Nepal, ma il suo habitat comprende anche aree sparse dell’India, del Bhutan e della Birmania, in ogni caso sempre in zone montuose oltre i 2mila metri. Proprio come il panda gigante, con cui è imparentato, anche questo animale si nutre specialmente di bambù, ma viene classificato come carnivoro poiché mangia anche dei piccoli mammiferi, oltre a larve, insetti, uova, frutti, fiori e radici.

Perché è a rischio estinzione

A minacciare l’esistenza del panda rosso c’è la riduzione del suo habitat naturale, ma anche lo stravolgimento provocato dai cambiamenti climatici: i frequenti periodi di siccità che si alternano a nevicate improvvise (il panda minore vive in zone di montagna) rendono scarsa la disponibilità di cibo. A questo si aggiunge la deforestazione delle zone in cui vive questo mammifero, conseguenza diretta della crescente popolazione umana nell’Himalaya orientale: sempre più alberi, infatti, vengono tagliati per costruire strade e infrastrutture utili all'uomo.

panda-rosso-alberi
Una foto del panda rosso mentre dorme sul ramo di un albero.

Cos'è il Red Panda Network

Per salvare dall’estinzione il panda rosso è nato il Red Panda Network, che da diversi anni svolge un lavoro di informazione e sensibilizzazione tra le popolazioni locali in difesa di questo mammifero.

La popolazione locale, infatti, è quasi all’oscuro della situazione allarmante in cui si trovano questi animali e lo stesso personale specializzato che dovrebbe occuparsi della protezione di questi animali, come guardie forestali o ranger, è poco organizzato e soprattutto limitato numericamente. Una situazione che non solo non aiuta a salvaguardare questa preziosa specie animale a rischio di estinzione, ma che lascia campo aperto all’azione malvagia dei bracconieri.

(Pubblicato da Gaia Cortese il 15-9-2019
Modificato da Alessandro Bai il 14-6-2021)