Per la salute e la linea, fai posto al pesce in tavola: ma sai quali contengono meno calorie?

Dal branzino all’orata, dalla trota al merluzzo fino alle vongole e alle cozze: sono tanti i prodotti della pesca che si contraddistinguono per un basso contenuto di grassi e di calorie e che perciò possono rappresentare gli alimenti ideali per una dieta sana ed equilibrata.
Kevin Ben Alì Zinati 30 Luglio 2021
* ultima modifica il 30/07/2021

Vuoi dimagrire? Mangia pesce. Fermo subito l’autostrada dei tuoi pensieri e i processi cui stai per sottoporre tutti i regimi alimentari di cui hai sentito parlare.

Non sto dicendo che i prodotti della pesca abbiano la capacità di ridurre il tuo peso corporeo.

Piuttosto, che alcune specie di pesci sono caratterizzate da un basso contenuto di grassi e di calorie e che per questo rappresentano gli alimenti ideali per una dieta ipocalorica, oltreché sana.

Un’alimentazione equilibrata non fa bene solo alla linea ma anche alla tua salute. Specialmente se tra i protagonisti sulla tua tavola c’è il pesce.

Si tratta, infatti, di un alimento altamente ricco di proteine, di nutrienti come le vitamine del gruppo A, B e D, di acidi grassi insaturi, gli Omega 3, in grado di contrastare gli alti livelli di colesterolo nel sangue e anche di microlementi preziosi per il tuo organismo, penso per esempio al fosforo (utile per la memoria), calcio (per prevenire le malattie delle ossa) e lo iodio, importante per la tiroide.

E qualche volta anche poco calorico. Ci sono dei pesci, sia di acqua dolce che salata ma anche crostacei e molluschi, che vengono infatti definiti magri perché che contengono meno del 3% di grassi e che in 100 grammi hanno un apporto calorico sotto alle 100 kcal.

Pesci con poche calorie

Ecco quali sono i pesci che, in 100 grammi, contengono poche calorie e che potresti quindi portare sulla tua tavola:

  • Sogliola 83 kcal
  • Platessa 94 kcal
  • Branzino o spigola 82 kcal
  • Polpo  57 kcal
  • Nasello 71 kcal
  • Seppie 72 kcal
  • Gamberi  71 kcal
  • Baccalà  95 kcal
  • Trota  86 kcal
  • Vongole 65 kcal
  • Ostriche 69 kcal
  • Merluzzo 71 kcal
  • Aragosta 85 kcal
  • Luccio 81 kcal
  • Alici al forno 62.2 kcal
  • Calamaro 68 kcal
  • Cozza 84 kcal
  • Cernia 88 kcal

È chiaro, però, che come per tutti gli alimenti, anche per i pesci magri è decisiva la cottura. Affinché il loro consumo continui a rimanere entro un soglia ipocalorica devi evitare metodologie di preparazione e cottura che prevedano abbondanti dosi di condimenti grassi.

Ti suggerisco dunque di optare per la bollitura o la grigliatura oppure di preparare il tuo pesce con una cottura al forno.

Fonti | Crea; Ministero della Salute

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.