Piantare nuovi alberi nelle città? Buona idea, e il governo mette sul piatto 30 milioni di euro

Ad annunciarlo è stato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa: la Conferenza Unificata ha approvato il decreto attuativo che permette di finanziare con 30 milioni di euro la piantumazione di nuovi alberi nelle città italiane. E intanto spuntano progetti di riforestazione urbana a Roma e a Milano.
Federico Turrisi 9 Ottobre 2020

Che bello sarebbe avere città più verdi e meno grigie, vero? Ma gli alberi non servono solo ad abbellire i contesti urbani. Come sai, sono i migliori alleati nella lotta contro il cambiamento climatico dal momento che assorbono e immagazzinano anidride carbonica. Non solo. Garantiscono la funzionalità degli ecosistemi, contribuendo a mantenere in equilibrio la biodiversità di un territorio, migliorano la qualità dell'aria e aiutano a prevenire il cosiddetto effetto isola di calore, che si crea per via dell'eccessiva urbanizzazione.

Insomma di motivi per piantare sempre più alberi ce ne sono a bizzeffe. E sembra averlo capito anche la politica. Tant'è che nella Legge Clima è stata inserita una norma relativa proprio alla piantumazione di nuovi alberi sul nostro territorio. Ieri il ministro dell'Ambiente Sergio Costa, in un post sulla sua pagina Facebook, ha annunciato che la Conferenza Unificata (il principale organo di raccordo tra Stato, Regioni, Province autonome e Comuni) ha dato il via libera al decreto attuativo con cui vengono stanziati 30 milioni di euro per finanziare progetti di forestazione urbana nei prossimi due anni.

"Chiaramente questi fondi saranno controllati e possono essere anche revocati nel caso in cui si riscontrino difformità tra l’esecuzione e la progettazione", spiega Costa. "Inoltre il ministero ammetterà solo piani dettagliati di gestione che prevedano la piantumazione e anche la gestione e la manutenzione delle aree verdi realizzate, per almeno 7 anni, e la sostituzione con nuovi alberi in caso non attecchiscano quelli piantati". L'intento è quello di innescare e supportare un cambio di passo per le nostre città in tema di verde urbano.

Due esempi: Milano e Roma

A Milano il tema della riforestazione è stato preso a cuore dalla giunta comunale. Con il progetto Forestami, l'obiettivo è quello di piantare tre milioni di alberi nuovi in tutta l’area metropolitana del capoluogo lombardo entro il 2030. Un altro progetto interessante è quello a cui hanno dato vita Legambiente e Nespresso, "Le città che respirano". L'iniziativa, che rientra nella campagna ‘Mosaico verde' ideata e promossa in collaborazione con AzzeroCO2, punta a riforestare a 10.500 metri quadrati di superficie vicino alla città di Milano, partendo da Assago e da Monza, con l'obiettivo di allargarsi poi altrove.

Roma non è da meno. Senza dimenticare l'ambizioso piano della Regione Lazio che prevede per i prossimi tre anni la piantumazione di 6 milioni di nuovi alberi (uno per ogni abitante), proprio domenica prossima inizieranno le operazioni per piantare 100 nuovi esemplari di specie arboree autoctone nel parco dell'Aniene, che diventerà così un nuovo polmone verde per la Capitale.