Proprietà del sedano, l’ortaggio sano e dietetico che ti aiuta a combattere il colesterolo

Grazie all’alto contenuto di fibre, il sedano aumenta il senso di sazietà, garantendo un apporto calorico basso, e aiuta a ridurre la presenza di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Ma tra le altre proprietà ricordiamo il suo elevato potere diuretico e la capacità di regolare il transito gastrointestinale.
Federico Turrisi 26 gennaio 2020

Tra gli ortaggi che ti offre la stagione più fredda c'è anche il sedano, che solitamente si raccoglie tra settembre e ottobre  Può essere mangiato crudo o cotto o anche sotto forma di centrifugato, anche se ti consigliamo di consumarlo fresco (magari aggiungendolo a un'insalata) per mantenere intatte tutte le sue proprietà nutrizionali. Che sono davvero numerose. Stiamo infatti parlando di un ortaggio ricco di vitamine e sali minerali preziosi per il tuo organismo.

Calorie

Il sedano è un alimento leggerissimo: 100 grammi di sedano crudo, infatti, apportano soltanto 20 calorie. Per questo motivo è indicato per chi segue una dieta ipocalorica e vuole perdere peso (senza contare che l'alto contenuto di fibre aumenta il senso di sazietà).

Valori nutrizionali

In 100 grammi di sedano crudo troviamo i seguenti valori nutrizionali:

  • Acqua: 88,3 g
  • Carboidrati: 2,4 g
  • Proteine: 2,3 g
  • Grassi: 0,2 g
  • Calcio: 31 mg
  • Sodio: 140 mg
  • Fosforo: 45 mg
  • Potassio: 280 mg
  • Magnesio: 16 mg
  • Ferro: 0,5 mg
  • Zinco: 1,24 mg
  • Vitamina A: 207 µg
  • Vitamina B1: 0,06 mg
  • Vitamina B2: 0,19 mg
  • Vitamina B3: 0,2 mg
  • Vitamina C: 32 mg
  • Colesterolo: 0 mg

Benefici

Prima abbiamo accennato al fatto che l'elevato contenuto di fibre aiuti ad aumentare il senso di sazietà. Questa caratteristica apporta anche un altro importante beneficio, ossia aiuta a ridurre la presenza di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Il fatto di essere costituito per il 90% di acqua rende il sedano un alimento diuretico e depurativo, adatto a contrastare la ritenzione idrica. La combinazione con una rilevante concentrazione di vitamina A ne fa inoltre un valido alleato contro infiammazioni di vario tipo.

La presenza di alcune molecole come mannitolo e inositolo (detto anche vitamina B7), unita alla presenza di una sostanza aromatica stimolante chiamata sedanina, permette di potenziare il potere digestivo del sedano e di ridurre la presenza di gas intestinali. Non è finita qui. Se hai problemi di ipertensione, il consiglio è quello di consumare più sedano, dal momento che questo ortaggio, grazie all'azione di alcuni fitonutrienti contenuti in esso, aiuta a mantenere sotto controllo gli ormoni che regolano la pressione sanguigna.

Controindicazioni

Attenzione a mangiare sedano in grandi quantità se soffri di qualche malattia renale: alcune sostanze contenute in questo ortaggio potrebbero infatti risultare irritanti per i reni. Il sedano, inoltre, può causare un aumento della sensibilità della pelle ai raggi solari. Infine, il consumo di sedano è sconsigliato alle donne in gravidanza, in quanto potrebbe favorire la motilità uterina e contribuire così a provocare delle contrazioni.