Quante patate si possono mangiare a settimana?

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
La patata è spesso vista come un nemico della dieta. In realtà, non deve essere demonizzata. Va solo consumata correttamente, ovvero senza esagerare ed evitando il fritto o condimenti molto grassi. Quante ne puoi mangiare a settimana?
Valentina Rorato 7 Dicembre 2021

Le patate sono un ortaggio molto comune ed estremamente versatile. A causa della loro concentrazione di zuccheri, però, sono considerate un carboidrato, esattamente come la pasta. Quante se ne possono mangiare alla settimana per una dieta corretta e quando vanno evitate?

Patate

Mangiare una patata di medie dimensioni al giorno non è un problema, anzi essere un'abitudine da inserire in una dieta sana e non aumenta il rischio cardiometabolico – ovvero la possibilità di avere diabete, malattie cardiache o ictus – purché la patata sia cotta al vapore o al forno e preparata senza aggiungerne troppa sale o grassi saturi. Il consumo di patate non fritte può essere un ottimo modo per assumere più potassio e fibre rispetto al consumo di cereali raffinati, come riso bianco, pane bianco o pasta.

Ricorda, però, che sono più caloriche delle verdure (100 gr di patate apportano circa 80 calorie) e che questi tuberi sono considerati parte della categoria cereali e derivati, ne consegue che vanno intesi come un sostituto della pasta o del riso e non di un contorno a base di insalata, spinaci o carote (solo per fare degli esempi).

Chi deve evitare le patate

Devi evitare le patate se stai cercando di perdere peso. Intendiamoci, non sono vietate, però si consiglia un consumo più moderato. Fanno ingrassare, soprattutto se fritte o servite con condimenti calorici o grassi. Contengono, inoltre, molto amido, un polisaccaride costituito da diverse molecole di glucosio che, legate fra loro, danno vita ad amilosio (generalmente presente per un 20% circa) e amilopectina (per il restante 80%).  Il consiglio dunque è quello di ridurne il consumo.

Inoltre, dovrebbero fare molta attenzione le persone con diabete: molti tipi di patate hanno un indice glicemico molto alto. Ricordati, però, che per abbassare l’indice, devi lasciarle raffreddare e abbinarle a una porzione di proteine per rendere un piatto equilibrato nei nutrienti. Infine, si devono proprio evitare se stai assumendo diuretici.

Dosi

Le patate si possono consumare in tutta tranquillità un paio di volte alla settimana, cucinate in modo semplice, non in aggiunta, bensì in sostituzione di altri carboidrati, in modo da contenerne la quantità complessivamente assunta cioè il carico glucidico giornaliero.

Come mangiare le patate in modo sano

  • Mangia le patate come contorno ed evita il pane.
  • Fai attenzione alle dimensioni della porzione: una patata media ha le dimensioni di un mouse di computer. Se è più grande, mangiane solo metà.
  • Attenersi alla cottura al forno, arrosto o al vapore: bollire le patate non aggiunge calorie o grassi, ma ne rilascia il potassio.
  • Cucinale con la pelle per ottimizzare i nutrienti e le fibre.
  • Salta gli extra: non caricare le patate con burro, panna acida o pezzetti di pancetta. Vacci piano con il sale.
  • Non abbinarle mai ad altri cereali

Fonte | Humanitas