Tottenham-Chelsea sarà la prima partita di calcio a zero emissioni (nette): la Premier League vuole uno sport a misura d’ambiente

Il derby di Londra valido per il campionato inglese in programma il 19 settembre sarà ribattezzato #GameZero: in collaborazione con Sky Uk, il Tottenham organizzerà un’iniziativa supportata dalla COP26 che punta a ridurre il più possibile le emissioni di carbonio generate dall’evento sportivo, compensando quelle rimanenti con la riforestazione e altri progetti. Per l’occasione, il club londinese incoraggerà i propri tifosi a comportarsi in maniera più sostenibile possibile.
Alessandro Bai 7 Settembre 2021

Se ami il calcio e vai spesso allo stadio a seguire la tua squadra del cuore, hai mai pensato a come far diventare la tua esperienza da tifoso più sostenibile per l'ambiente? Il 19 settembre la Premier League, ovvero il massimo campionato calcistico inglese, indicherà la strada da seguire: Tottenham-Chelsea, uno dei derby di Londra, sarà infatti la prima partita a zero emissioni di carbonio, un'iniziativa sostenuta dalla COP26, la 26esima Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite che si terrà a novembre, e organizzata proprio dal Tottenham e da Sky UK.

Il #GameZero, com'è stato ribattezzato, sarà giocato al Tottenham Hotspur Stadium e coinvolgerà tutte le parti chiamate in causa, dai tifosi agli stessi calciatori delle 2 squadre, che infatti viaggeranno verso il campo a bordo di navette alimentate a biodiesel, ottenuto da scarti alimentari, e berranno acqua da appositi cartoni forniti dai padroni di casa del Tottenham per sostituire le classiche bottigliette di plastica.

Il club londinese e Sky, con l'appoggio del governo britannico, hanno scelto come occasione una delle partite più attese del campionato per sensibilizzare il pubblico sui pericoli portati dal cambiamento climatico, nel tentativo di far capire ai tifosi quali gesti possono concretamente aiutare a ridurre l'impronta carbonio generata dal mondo dello sport, che proprio per la sua capacità di raggiungere miliardi di persone in tutto il mondo ha la possibilità di contribuire in maniera importante alla costruzione, passo dopo passo, di un futuro più sostenibile.

Tra gli sforzi fatti per rendere possibile il #GameZero, il Tottenham e Sky cercheranno di ridurre il più possibile l'energia utilizzata durante il match e offriranno scelte alimentari sostenibili all'interno dello stadio. Come puoi immaginare, però, anche i tifosi dovranno fare la propria parte, motivo per cui il club londinese li incoraggerà a compiere una serie di azioni sostenibili nel giorno della partita, tra le quali:

  • Spostarsi con i mezzi pubblici
  • Arrivare allo stadio in bicicletta
  • Mangiare cibo di origine vegetale, che sarà disponibile in vari punti dello stadio
  • Riciclare i rifiuti gettandoli nei cestini predisposti dal club

Ovviamente Tottenham e Chelsea non potranno costringere il pubblico a osservare tutti questi comportamenti, ma sperano che la campagna informativa dei giorni precedenti alla partita convinca il numero più alto possibile di persone a dare il proprio contributo. Di fatto, però, gli organizzatori sono consapevoli che l'iniziativa non potrà eliminare completamente l'impronta di carbonio, motivo per cui l'obiettivo sarà quello di arrivare a zero emissioni nette. Cosa significa? Vuol dire che le emissioni restanti verranno compensate da Sky e Tottenham in altri modi, ad esempio attraverso il supporto a un progetto di riforestazione in Africa, creando nuovi boschi nel Regno Unito e piantando nuovi alberi nelle vicinanze dello stadio nei prossimi mesi.

A gennaio 2020, il Tottenham era già stato nominato il club più green della Premier League, e il presidente Daniel Levy ha spiegato che "non vediamo l'ora di mostrare l'ampia gamma di misure che abbiamo già adottato e di incoraggiare i nostri tifosi a compiere semplici azioni che possono fare un'enorme differenza".

Fonte| Tottenham Hotspur