I benefici dell’ananas e le proprietà per la salute

100 grammi di ananas coprono il 20% del fabbisogno giornaliero di vitamina C, ma questo frutto esotico, scoperto da Cristoforo Colombo, contiene anche magnesio e potassio e soprattutto bromelina, una miscela di enzimi fondamentali nell’azione antinfiammatoria dell’organismo. Scopriamone insieme i benefici per la salute ma anche le controindicazioni alle quali fare attenzione.
Sara Polotti 13 Settembre 2023
* ultima modifica il 13/09/2023

Un ananas di buona qualità lo riconosci da poche caratteristiche, ma molto importanti: l’odore deve essere dolce e intenso e il colore della buccia sul giallo arancione. Forse non sai che dovresti consumare questo frutto con regolarità perché è estremamente salutare.

Chiamato scientificamente Ananas comosus, si tratta di un frutto tropicale appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae, caratterizzato da una forma ovale o cilindrica con una buccia spessa e squamosa che può variare dal verde al giallo, a seconda del grado di maturazione. Tra le sue proprietà trovi quelle antinfiammatorie, digestive e drenanti, ma forse non saprai che il gambo del frutto contiene bromelina, una molecola antinfiammatoria molto potente.

È a Cristoforo Colombo che dobbiamo la scoperta dell'ananas, che vanta varie proprietà benefiche per l’organismo, dato che è in grado di ridurre anche il rischio di obesità, diabete e malattie cardiache. Molto ricco di acqua, ma povero di fibre, da sempre è il frutto più indicato per le diete ipocaloriche: 100 grammi di ananas, infatti, apportano circa 42 calorie. Contiene una quantità discreta di carboidrati sotto forma di zuccheri (glucosio, fruttosio e saccarosio), ed è una fonte importante di vitamine e sali minerali.

Valori nutrizionali

Fonte di vitamina C, con 100 grammi di ananas si copre il 20% del fabbisogno giornaliero di questa vitamina, l’ananas contiene molti sali minerali tra cui il potassio che regola la pressione arteriosa e mantiene un buon equilibrio idro-salino e il magnesio fondamentale per la salute del sistema nervoso, per la costruzione dello scheletro e per il metabolismo dei grassi.

Proprietà e benefici dell'ananas

Sono moltissime alle proprietà dell'ananas. Scopriamole insieme.

Devi sapere che l’ananas è anche un utile antinfiammatorio, infatti, è l’unica fonte alimentare della bromelina, una miscela di enzimi proteolitici (ossia proteine in grado di degradare altre proteine in amminoacidi), estratti dalla polpa, ma soprattutto dal gambo di questo frutto. L’effetto antinfiammatorio della bromelina è stato evidenziato in diversi studi ed è dovuto proprio alla sua capacità di modulare l'attività del sistema immunitario. Inoltre la bromelina interferisce con la coagulazione del sangue e riduce il gonfiore e la comparsa di antiestetici e dolorosi edemi, in seguito a una botta presa. Di sicuro poi saprai che l’ananas è un vero alleato, grazie alle sue proprietà estetiche, nella lotta contro la temuta buccia d’arancia. La cellulite, infatti, ha solitamente un’origine infiammatoria (potrebbe essere causata da edemi sottocutanei) e pertanto l'ananas può essere un rimedio per contrastarla. Grazie alla sua capacità antinfiammatoria, l’ananas può anche essere consigliato in caso di artrite reumatoide, malattie infiammatorie intestinali e prostatite.

In base ad alcuni studi, è stato evidenziato come la bromelina sia in grado di contrastare la crescita delle cellule tumorali. La bromelina è stata utilizzata per la prima volta nel trattamento delle patologie tumorali nel 1972 e gli esiti sono stati positivi.

Quando mangiare l’ananas

Non c'è un momento consigliato in cui mangiare l'ananas, ma viste le sue proprietà digestive il consiglio è quello di gustarlo fresco e dopo un pasto, magari più pesante del solito. Inoltre, è un ottimo alleato per la tua dieta ed è utile proprio per dimagrire, perciò potresti consumarlo anche per colazione, in modo che favorisca la depurazione dalle tossine e ti aiuti a bruciare i grassi più velocemente. Di nuovo, meglio se fresco.

Perché? Tutte le componenti proteiche contenute nella bromelina perdono le loro proprietà nel momento in cui l’ananas è trattato ad alte temperature, per questo motivo, l’ananas conservato nelle lattine non ha proprietà salutari.

Ricorda che l'ananas fresco è ottimo anche in un macedonia, oppure utilizzato in diverse ricette, persino in abbinamento con la carne o nella famosa torta rovesciata.

Per quanto riguarda le quantità di ananas giornaliere, non ci sono particolari raccomandazioni, se non quella di non esagerare. Tre o quattro fette al giorno sono più che sufficienti.

Controindicazioni

Come ogni alimento, anche l'ananas ha qualche controindicazione. Per quanto sia buono e a non esagerare, perché potresti andare incontro a una serie di effetti collaterali indesiderati come mal di stomaco e problemi alla circolazione. Tutto gira attorno alla bromelina, il principio attivo che conferisce le principali proprietà al frutto, fra le quali quella antinfiammatoria, digestiva e di regolazione della coagulazione del sangue. Un eccesso di questa sostanza può però provare esattamente i risultati opposti, vediamo quali sono.

Soprattutto se hai un'ipersensibilità all'ananas, e non sapevi di soffrirne, il rischio è quello che il tuo intestino sia il primo a risentirne. Potrebbe infatti provocarti acidità e dolore allo stomaco, ma anche sensazione di nausea, vomito e persino diarrea. Naturalmente nel caso tu ti accorga di manifestare i sintomi più gravi, dovrai smettere subito di mangiare questo frutto e anche i farmaci fitorerapici o gli integratori a base di bromelina.

Inoltre, l'ananas è sconsigliato per le persone che soffrono di ulcera peptica, che colpisce la parte del tuo apparato digerente che entra in contatto diretto con i succhi gastrici. La bromelina potrebbe aumentare il bruciore e peggiorare le lesioni alla mucosa.

Naturalmente, se ti accorgi che l'ananas ti provoca una reazione allergica, dovrai evitare di consumarlo. Si tratta in realtà di un problema molto raro, ma potresti manifestare sintomi simili anche se sei un soggetto ipersensibile e se già sei allergico al lattice, al veleno delle api, al polline e alle graminacee.

Se è questo il caso, lo noterai dal sapore metallico che avvertirai in bocca e dal pizzicore alla lingua, seguiti dal gonfiore delle labbra e da un prurito intenso.

Ti stai chiedendo se sia consentito mangiare l'ananas durante la gestazione? Non esistono studi al riguardo, ma si tende a sconsigliare l'estratto secco di ananas in gravidanza e durante l'allattamento. Per sicurezza, chiedi consiglio al personale medico che sta seguendo la tua gestazione e l'allattamento.

Di solito, infine, si sconsiglia l'ananas se assumi già farmaci per l'ipertensione, ma soprattutto se stai seguendo una terapia a base di anticoagulanti. La bromelina infatti esercita un'azione antiaggregante per le piastrine e modula la coagulazione. Potrebbe quindi interferire con le cure che stai seguendo. Per sicurezza, chiedi sempre consiglio al tuo medico o a uno specialista.

(Modificato da Giulia Dallagiovanna il 30/10/2019
Modificato da Alessandro Bai il 13/05/2021
Modificato da Sara Polotti il 13/09/2023)

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.