Cime di rapa: come si pulisce questo ortaggio invernale senza sprecare nulla

Amare e gustose, le verdissime cime di rapa sono l’ortaggio dell’inverno: questa crocifera è buona dalla foglia al fusto e puoi pulirla così prima di cucinarla.
Sara Polotti 27 Dicembre 2021

Cime di rapa o friarielli: tu come li chiami? La sostanza non cambia: si tratta di una crocifera invernale davvero benefica e molto saporita, che amerai se ti piacciono i sapori amarognoli e decisi. Il piatto più classico che puoi cucinare utilizzandole sono le orecchiette con le cime di rapa, ma le foglie di questo ortaggio sono versatili e deliziose e puoi prepararle in diversi modi.

Per cominciare, però, impara a pulire le cime di rapa come si deve: gli sprechi si evitano a partire da questo passaggio, che ti farà scoprire anche la bontà di certe parti solitamente considerate "scarto".

Ecco i passaggi e le regole per pulire al meglio le cime di rapa o i friarielli, gustandoli tutto inverno e facendo incetta di antiossidanti.

Come si puliscono le cime di rapa

La stagione delle cime di rapa

Le cime di rapa sono un ortaggio tipicamente invernale, ma in realtà la loro produzione varia da regione a regione (da Nord a Sud). Nel Mezzogiorno, infatti, è più semplice trovarle da novembre ad aprile, mentre al Nord crescono solo quando il clima è più mite, e quindi in autunno (tra ottobre e novembre) e in primavera, da aprile a maggio.

Come pulirle

Per prima cosa, elimina dalle tue cime di rapa le foglie gialle o quelle troppo ammosciate: significa che non sono più buone. Tieni solo quelle belle croccanti e di un verde intenso. Elimina, eventualmente, anche i fiori gialli in cima.

Dopodiché, passa il cespo di cime di rapa sotto l'acqua corrente, passando bene le mani tra le foglie in modo da pulirle al meglio. Appoggiale quindi su un canovaccio e tamponale per eliminare l'acqua in eccesso.

Su di un tagliere, taglia a fetta grossolane le tue cime (oppure solo a metà se preferisci tenerle più lunghe), quindi procedi alla preparazione che hai in mente, che probabilmente prevederà un primo passaggio in acqua bollente.

Prima di continuare, però, considera bene le parti che vuoi utilizzare: molte persone, delle cime di rapa tengono solo le cimette. In realtà, anche il fusto è molto saporito: taglialo a pezzetti più piccoli in modo che cuocia più facilmente, ma non buttarlo! Se invece lo terrai intero, potrai usarlo per insaporire il brodo di verdure, colorandolo anche di un verde intenso.

Come cucinarle

Una volta pulite, puoi usare le cime di rapa in moltissimi modi. Essenzialmente, dopo averle sbollentate per pochi minuti in acqua bollente, puoi trasferirle in padella con un filo d'olio e qualche filetto di alice per preparare le orecchiette con le cime di rapa, oppure farci un risotto. Ricordati di tenere l'acqua di cottura! Cucinandoci dentro le orecchiette sprecherai meno acqua (insaporendo la pasta) e usandola come brodo per il risotto lo renderai ancor più verde e saporito.